Il bimbo che fumava sigarette ora è dipendente dal cibo COMMENTA  

Il bimbo che fumava sigarette ora è dipendente dal cibo COMMENTA  

Da una dipendenza all’altra. Divenuto tristemente famoso per la sua dipendenza dalle sigarette alla tenera età di due anni, Ardi Rizal ha scoperto di avere un’altra passione, quella per il cibo. Il bambino, che fumava fino a 40 sigarette al giorno, era stato scoperto dai servizi sociali in un villaggio di Sumatra, in Indonesia, intento a fumare una sigaretta in sella al suo triciclo. E’ stato immediatamente avviato a un trattamento di riabilitazione, con sessioni di terapia del gioco per due settimane, per distrarlo dalla sua abitudine di fumare e diventare un bambino normale. “In un primo momento, quando gli abbiamo levato le sigarette faceva terribili capricci e lo minacciavo di chiamare il dottor Seto per chiedergli aiuto. Ma ora lui non li vuole“, spiega la mamma Diane Rizal, 28 anni. Dopo i trattamenti uno degli psichiatri, il dottor Kak Seto, ha continuato a seguire il bambino e la famiglia per controllare che non ricadesse nelle vecchie abitudini.


“Ci sono molte persone che offrono ancora le sigarette ad Ardi, ma lui dice: ‘Io amo il dottor Kak Seto. Lui sarebbe triste se ri-inizio a fumare e mi faccio del male’“, ha detto il bambino, come raccontato dalla madre. Sembra però che ora Ardi abbia una nuova dipendenza, quella per il cibo tanto che è in grado di mangiare enormi quantità di cibo tutte insieme tra alimenti spazzatura e spuntini grassi. La madre ha detto che il bambino, che ora ha cinque anni, chiede cibo nello stesso modo in cui lo faceva per le sigarette, e famiglia si sforza di non cedere ai suoi capricci.


“Ardi fa molti capricci quando non ottiene cosa vuole – ha spiegato – Sbatteva la testa al muro se non riusciva a ottenere quello che voleva. Era per questo motivo che gli davo sigarette…. a causa del suo temperamento e dei suoi pianti. Ora, io non gli do le sigarette, ma mangia un sacco. Con così tante persone che vivono in casa è difficile impedirgli di ottenere cibo“. Ora il bimbo è in forte sovrappeso, come confermato dalla nutrizionista Fransisca Dewi che ha detto: ”Penso che

sia difficile per loro. La madre dice che Ardi è un bambino viziato. Se Diane vuole togliergli da mangiare, prevedo che sarà una guerra. Lei avrà bisogno della collaborazione di tutta la famiglia”. Per ora si cerca di controllare la sua alimentazione sottoponendolo a una rigorosa dieta che preveda molta frutta fresca e verdura e porzioni più piccole.


1 / 5
1 / 5
111
555
222
333
444

Leggi anche

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*