Il bimbo che torna a camminare grazie alle caramelle COMMENTA  

Il bimbo che torna a camminare grazie alle caramelle COMMENTA  

1

Tornare a camminare grazie alle caramelle gustose. E’ l’incredibile storia che ha come protagonista un bimbo di soli due anni che ha subito l’amputazione delle gambe dopo che ha contratto la meningite. Una storia terribile, iniziata a inizio 2012 quando il piccolo aveva solo sei mesi, tanto che tre mesi dopo i medici hanno deciso di amputare le gambe, tutte le dita della mano sinistra e la punta delle dita della mano destra. Nel giugno 2012 al bambino sono state date le protesi per le gambe, una seppur flebile speranza per i genitori, di riuscire a vedere il proprio figlio camminare.

Leggi anche: Idee tagli capelli bambino


“I medici ci hanno detto che Louie avrebbe avuto grandi difficoltà per imparare a camminare e forse non ci sarebbe mai riuscito, ma noi ci abbiamo sempre sperato perché, seppur ancora così piccolo, abbiamo visto quanto è determinato“, ha spiegato la madre Julie, ex insegnante di sostegno di Colne, nel Lancashire. “Quando a Louie sono state date le sue nuove gambe eravamo piuttosto nervosi e preoccupati che non sarebbe riuscito ad abituarsi alle protesi”.

Grazie alla sorellina di sei anni la speranza è divenuta realtà: Francesca, si trovava nel lato opposto del salotto rispetto al fratellino, quando ha iniziato a sventolare un sacchetto contenente caramelle gommose, delle quali Louie è molto ghiotto. E si è compiuto il miracolo: il bambino si è alzato e ha iniziato a camminare, raggiungendo la sorellina, e lasciando sotto shock per l’emozione i genitori.

Leggi anche: Bimbo di 6 anni chiede l’aumento di paghetta, la risposta del padre è sorprendente


“Mia figlia Francesca voleva che il fratellino camminasse, e sapendo quanto amasse i dolci, ha avuto l’idea di stimolarlo con le caramelle per incoraggiarlo a camminare – ha spiegato la madre – Io ero vicino a Louie su un lato della stanza e il suo papà e la sorella in piedi sul lato opposto con il sacchettino delle Haribo in mano. Tutti lo stavamo guardando quando è rimasto in piedi da solo e ha cominciato a camminare verso Francesca. Aveva uno sguardo così determinato sul suo viso e quando ha fatto i suoi primi passi non ci potevamo credere. Le caramelle ovviamente hanno avuto un grande ruolo. E’ stato un momento fantastico. Eravamo tutti così emozionati…..”.


Oggi il bambino ha una vita normale e, nonostante la varicella e un eczema che si è comunque lasciato alle spalle, paseggia con i genitori, va sulla slitta e sale i gradini delle scale senza problemi. Uno splendido lieto fine, insomma.

L'articolo prosegue subito dopo

1 / 4
1 / 4
  • 5
  • 2
  • 3
  • 4

Leggi anche

terremoto amatrice
Cronaca

Terremoto M 3.7 al centro Italia, molte segnalazioni da Teramo e Ascoli Piceno

Dopo i terremoti intensi registrati tra California, Cina e isole Salomone, anche l'Italia torna a tremare. E' accaduto poco fa nel centro Italia, a poca distanza dall'epicentro dei terremoti che hanno sconvolto il Paese tra agosto ed ottobre. Qui insiste dal 24 agosto uno sciame sismico incessante, caratterizzato da decine di migliaia di terremoti, alcuni dei quali piuttosto intensi. Come quello di poco fa, un sisma significativo di magnitudo 3.7 che ha avuto il suo epicentro nell'area appenninica del centro italia, tra le province di Ascoli Piceno e Teramo, al confine tra Abruzzo e Marche. Proprio da qui sono giunte Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*