Il bomber con la valigia

Inter

Il bomber con la valigia

La partita contro la Juventus offre l’opportunità di ricordare i giocatori che sono stati protagonisti con la maglia nerazzurra o bianconera o con entrambe.

Sicuramente nel panorama calcistico italiano un posto particolare lo occupa l’attaccante Aldo Serena nato a Montebelluna il 25 giugno 1960, ruolo attaccante; il giocatore ha vestito diverse maglie in carriera nel dettaglio ha giocato con:

Inter: 78-79; 1981-82; 1983-84; 1987-91

Como: 1979-80

Bari: 1980-81

Milan: 1982-83; 1991-93

Torino: 1984-85

Juventus: 1985-1987

E’ stato l’unico giocatore ad aver disputato il derby della Mole (Torino) e della Madonnina (Milano) vestendo entrambe le maglie delle due squadre: Torino e Juventus, Inter e Milan.

Giocatore considerato non dotato di una tecnica sopraffina però sempre molto pericoloso, nel suo palmares figurano 4 scudetti (Juventus 1985-86, Inter 1988-89, Milan 1991-92 2 1992-93), 1 coppa Italia (Inter 1981-82), 1 supercoppa Italia (Inter 1989), 1 coppa Uefa (Inter 1990-91) e una coppa Intercontinentale (Juventus 1985); è stato anche capocannoniere della serie A con l’Inter nel 1988-89.

Ha partecipato anche ai mondiali del 1990 conquistando il 3° posto con la nazionale azzurra; con l’argentino Ramon Diaz formò una coppia molto affiatata nell’anno dello scudetto dei record di Trapattoni, allenatore che aveva avuto anche alla Juventus.

All’Inter non convinse mai pienamente, ritornò e se ne andò più volte, alla fine della carriera decise di rimanere a Milano ma di cambiare casacca e ritornare a vestire la maglia rossonera, negli ultimi due anni pochissime partite, nessun gol ma 2 scudetti che gli valsero la possibilità di essere ricordato come uno dei pochi giocatori a vincere lo scudetto con tre squadre differenti (gli altri ? Giovanni Ferrari, Pietro Fanna, Sergio Gori e Attilio Lombardo).

Ora è un commentatore sportivo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.