Il ciclo arturiano: Merlino e i suoi esordi (la lotta tra i due draghi e Stonehege) - Notizie.it

Il ciclo arturiano: Merlino e i suoi esordi (la lotta tra i due draghi e Stonehege)

Guide

Il ciclo arturiano: Merlino e i suoi esordi (la lotta tra i due draghi e Stonehege)

Merlino era il figlio di una donna mortale e di uno spirito dell’aria. Un prete lo battezzò appena nato, così perse un po’ della natura magica ereditata da suo padre. Tuttavia, egli conservava ancora alcuni poteri, tra cui la capacità di mutare forma.

Il re Sassone Voltigern governava la Gran Bretagna a quei tempi. Si era ribellato contro il suo feudatario, il re inglese Moines. I fratelli del re morto, Uther e Pendragon, fuggirono prima che potessero essere uccisi loro stessi. Voltigern era preoccupato che sarebbero tornati con un esercito, così iniziò la costruzione di una torre fortificata per tenersi al sicuro. Ogni volta che le pareti raggiungevano una certa altezza, però,la torre crollava senza una particolare ragione.

Dopo che i muri caddero per la terza volta, Voltigern consultò i suoi astrologi. Loro gli dissero che i muri non volevano rimanere in piedi a meno che le fondamenta non fossero bagnata dal sangue di un bambino nato da un padre non mortale.

Voltigern mandò i suoi messaggeri in tutto il regno. Scoperto che Merlino era figlio di uno spirito, gli uomini di Voltigern lo condussero al re.

Non appena Merlino vide la torre incompiuta, disse al re che le fondamenta non erano stabili perché era stata costruita sopra la tana di due draghi che scuotevano la terra con le loro battaglie.

Voltigern a quel punto, ordinò ai suoi uomini di scavare sotto le fondamenta. Così scoprirono i due draghi, uno rosso e uno bianco. Essi uscirono dalla terra e iniziarono una lotta all’ultimo sangue. Tutti erano terrorizzati, tranne Merlino, che seguì il combattimento fino alla fine senza battere ciglio. Il drago bianco riuscì ad uccidere quello rosso e così scivolò di nuovo nella terra attraversando una fenditura nella roccia.

“Il tempo del drago sassone rosso è finito”, disse Merlino a Voltigern. “Il drago britannico bianco risorgerà a governare la terra.”

Dopo quel fatto, Voltigern ebbe paura di nuocere Merlino, temendo qualche forma di ritorsione. Quando Uther e Pendragon arrivarono con il loro esercito, Merlino si unì a loro.

Voltigern fu sconfitto e Pendragon divenne re.

La lotta tra i Britanni e i Sassoni però, era tutt’altro che finita. Presto ci fu un altro scoppio di guerra. Pendragon fu ucciso, e suo fratello Uther divenne re. Uther prese il titolo di “Uther Pendragon” in onore di suo fratello, e chiese a Merlino di costruire un grandioso monumento per il re caduto. Merlino magicamente trasportò delle enormi pietre dall’Irlanda, e in questo modo costruì Stonehenge sulla piana di Salisbury.

Merlino poi divenne un consulente di valore per Uther e suo figlio Arthur, il re britannico più famoso di tutti i tempi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*