Il clima influenza il mal di testa?

Guide

Il clima influenza il mal di testa?

Soffrite spesso di mal di testa? In estate gli episodi di cefalea diventano più frequenti? In effetti la stagione estiva e il caldo aumentano il rischio di avere mal di testa: colpa degli sbalzi di temperatura, dell’aria umida e della pressione barometrica. Chi soffre di mal di testa sa bene quanto le condizioni meteorologiche possano influenzare l’intensità delle crisi di cefalea.

Lo conferma anche uno studio, condotto dai ricercatori dell’Università di Harward su un campione di circa 7000 persone, che ha fornito la prova provata dell’influenza del clima sul mal di testa. Per ogni innalzamento di 5 gradi centigradi della temperatura ambientale aumenta del 7.5 per cento il rischio di soffrire di un forte mal di testa nei giorni successivi. Anche l’esposizione a basse pressioni barometriche è risultata associata ad una maggiore frequenza di crisi di cefalea.

L’intensità della luce in estate è un altro fattore scatenante delle cefalee estive, ma i motivi più specifici di questo periodo dell’anno sono quelli provocati dagli stimoli freddi che producono bruschi cambi della temperatura corporea, come l’ingestione di bevande molto fredde o di un gelato, e gli sbalzi termici caldo-freddo-caldo quando entriamo e usciamo dagli ambienti chiusi climatizzati, compresa l’automobile. Non aiutano neanche i cambiamenti del ritmo di vita e delle attività durante le vacanze, così come gli spostamenti di orario, sia per i pasti che per il ritmo sonno-veglia.

Il decalogo del vacanziero che soffre di cefalea

1) Evitare l’esposizione solare intensa, soprattutto durante le ore più calde;

2) Proteggere la testa dal sole con un cappellino;

3) Utilizzare gli occhiali da sole;

4) Evitare gli sbalzi di temperatura;

5) Bere molta acqua;

6) Dormire la quantità di ore necessaria (7-8) per stare bene;

7) Non saltare i pasti;

8) Evitare lo stress;

9) Evitare le bevande alcoliche;

10) Fare un po’ di attività fisica quotidiana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...