Il commento di Moratti al disastro romano dell’Inter COMMENTA  

Il commento di Moratti al disastro romano dell’Inter COMMENTA  

Massimo Moratti
Massimo Moratti

La sconfitta di ieri con la Roma, rischia di segnare un vero e proprio spartiacque, in casa Inter. Il modo in cui è arrivata la sconfitta, ha probabilmente avuto un effetto dirompente su un ambiente che dopo la vittoria nel derby e il ciclo culminato nella vittoria con la Lazio, pensava di poter tornare a dire la sua anche in campionato.

Leggi anche: Ultim’ora calciomercato: Cerci va a Bologna, sfuma la cessione di Jovetic, gli altri colpi

Purtroppo, non è stato così, ma nessuno poteva aspettarsi un tracollo come quello di ieri all’Olimpico. Per capirlo, basta ascoltare le parole di Massimo Moratti da Viareggio, dove è arrivato per seguire Inter-Anderlecht, gara d’esordio della 64esima edizione del Torneo di Viareggio, in programma allo stadio “Bresciani”. Ai giornalisti presenti, il numero uno nerazzurro ha commentato in questi termini il brutto ko di ieri in casa della Roma: “La partita con la Roma non è stata una partita e per questo non la giudico, altrimenti il giudizio sarebbe troppo severo ma qualcuno deve sapere di dover dare l’anima. Se ho sentito Ranieri? No, non ho sentito nessuno”. L’arrabbiatura di Moratti è del tutto evidente, anche se i vertici nerazzurri dovrebbero fare mea culpa su come è stato impostato il fallimentare mercato estivo e sull’evidente ritardo con cui si sta affrontando il problema derivante dall’avanzata età media di una rosa ormai da rifondare.

Leggi anche: Suning acquista l’Internazionale FC

L’abisso evidenziato dalla gara di ieri con la Roma, grande antagonista degli anni d’oro dell’Inter e già avviatasi sulla strada del rinnovamento dovrebbe far riflettere e innescare una reazione in grado di colmare il gap che rischia di formarsi con il gruppo di testa in un immediato futuro.

Ma bisogna farlo al più presto.

Leggi anche

Il presidente del Coni Giovanni Malagò
Sport

Calcio. Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln

Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln   Ammonta a 4,5 milioni di euro il taglio che il CONI ha deciso per contributi annuali alla Figc. Da 37,5 mln, si passa a 33 per l'anno 2017. E' quanto si é appreso al termine della riunione sui contributi che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha tenuto oggi con i presidenti federali. Su 44 federazioni coinvolte, l'unica a presentare segno meno è proprio la Figc. Per altre 13 contributi invariati, mentre 30 ottengono un aumento. Tra queste, le più premiate sono quelle che hanno portato maggiori risultati a livello olimpico: nuoto, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*