Il comune vieta la chitarra sulla lapide del figlio, la madre si rivolge al Tar e vince

Milano

Il comune vieta la chitarra sulla lapide del figlio, la madre si rivolge al Tar e vince

20120723-095918.jpg

Paladina (Bg) – Quella lapide con incisa una chitarra non è conforme al regolamento del cimitero e va rimossa. È quanto si è sentito dire responsabili dell’Ufficio Tecnico del Comune di Paladina Angela Mazzola madre di Gianbattista Masper, 49 anni, morto circa un anno fa. La chitarra incisa sulla lapide era l’ultimo desiderio espresso da Gianbattista, chitarrista e grande appassionato di musica. Sua madre non si è arresa e si è battuta per far rispettare le ultime volontà di suo figli. La donna si è rivolta al Tar di Brescia che le ha dato ragione

Appare ragionevole ritenere che il Comune sia incorso in un eccesso di potere – scrive il Tar – laddove ha ritenuto che, nella riproduzione sulla lapide, il previsto portafiori stilizzato non potesse avere la forma di una chitarra.

20120723-095938.jpg

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...