IL CORAZZIERE E ALTRE STORIE COMMENTA  

IL CORAZZIERE E ALTRE STORIE COMMENTA  

 

 

Le canzoni di Renato Rascel sono uscite dalrepertorio degli interpreti. Nessuna cosiddetta “cover” vola nell’aria cantata dalle ugole contemporanee della musica italiana. Il cartellone ARRIVEDERCI RASCEL, che da aprile ricorda il “piccoletto nazionale”, nato nel 1912, per
caso!, a Torino, dedica a Renatino un omaggio, uno spettacolo che lega Teatro e Musica. Interprete, una compagnia ligure avvezza a questo mestiere, capace di rendere mettere in scena la canzone i modo nuovo e assolutamente originale, dando un affresco di quello che è stato un cantautore assolutamente importante nella storia della musica e della Tv del ‘900 italiano.


Un viaggio per l’Italia! Da nord a sud guardando fuori dal finestrino… ed immaginando!

In treno, due passeggeri vanno da Torino a Roma. Come è normale viaggiano e chiacchierano, e guardano fuori dai finestrini, e pensano. Ma uno dei due sta facendo un viaggio particolare, ideale, tra la sua vera casa, Roma, e la città che casualmente gli ha fatto da culla. Le geografie
dell’Italia si ridisegnano attorno a grandi successi, o piccole battute che hanno lasciato il segno. Prendono forma storie, canzoni, personaggi che
raccontano l’Italia, la sua gente. Così irrompono le filastrocche, E’ arrivata la bufera/ è arrivato il temporale…, o l’ intercalare slittante del genere Laaa cognata…, Scùsino, Védano, E invece… pure. Ma anche Ninna nanna del cavallino a Com’è bello a Romantica, soprattutto Arrivederci Roma. Arrivederci Rascel.


100 anni fa nasceva, per caso (i genitori erano artisti di giro) a Torino, Renato Rascel, al secolo Renato Ranucci, protagonista della musica e del teatro leggero italiano.

Nella sua lunghissima carriera (morto nel 1991), ha spaziato dall’avanspettacolo alla rivista, dalla commedia musicale all’intrattenimento televisivo e radiofonico. Tante canzoni – con la vittoria al Sanremo 1960 con “Romantica” cantata in coppia con “l’urlatore” Tony Dallara poi la scrittura di “Arrivederci Roma”, “Te voglio bene tanto tanto” (cantate insieme a Claudio Villa) – spettacoli teatrali
e film, alcuni grandi successi e un personaggio divenuto riconoscibile al grande pubblico attraverso la televisione in coppia con grandi dell’epoca quali Mina, Dario Fò, Walter Chiari e una giovanissima Raffaella Carrà.

L'articolo prosegue subito dopo

Petrolini, dopo averlo visto in scena, lo indicò tra i “giovani” più promettenti del teatro romano. Torino lo ricorda con ARRIVEDERCI RASCEL!

 

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*