”Il cuore innanzitutto” COMMENTA  

”Il cuore innanzitutto” COMMENTA  

 

”Il cuore innanzitutto”, una piccola, sovversiva odissea dell’anima e insieme un duplice percorso di formazione sentimentale, che procede asciutto, senza sbavature retoriche, nell’alternarsi delle due voci narranti. Da una parte, quella del protagonista Andrea, anziano, zelante, metodico e intransigente farmacista di un’imprecisata città del nord Italia (”mai un malanno, mai un cedimento”), lavoratore indefesso, vedovo da qualche anno di una soave e rimpianta moglie; e, dall’altra, quella di Nina, coprotagonista sedicenne, impegnata in un improbabile viaggio in Romania, di cui registra fatti, luoghi e persone in una sorta di personalissimo diario.

”Il cuore innanzitutto” di Claudia Priano (Guanda, pp. 308)è un incantevole romanzo, lieve e profondo, a due voci, due luoghi e due tempi, con un colpo di scena finale, incastonato nell’ultima riga del libro: tanto che può capitare di doverla rileggere per essere certi di aver capito bene.

Leggi anche

1 Commento su ”Il cuore innanzitutto”

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*