Il decreto ambientale è diventato Legge COMMENTA  

Il decreto ambientale è diventato Legge COMMENTA  

Il Senato ha approvata la conversione in legge del decreto ambientale.   211 sì, 29 no e 32 astenuti.

La norma contiene misure per adempiere alle indicazioni arrivate dall’Unione Europea in materia di trattamento dei rifiuti, in particolare per la regione Campania.

Il testo non è stato modificato nonostante tutti i gruppi si siano lamentati per le modifiche apportate alla Camera.

Finalmente il Senato ha dato l’approvazione definitiva al Dl Ambiente.

L’unico e inequivocabile parametro di riferimento per la commercializzazione dei sacchetti sara’ la norma della Ue 13432 del 2002 e dal momento della pubblicazione in Gazzetta ufficiale, tutti i prodotti non conformi dovranno essere banditi e passibili di sequestro”.

Lo dichiara, in una nota, Legambiente. ”Questo voto – dice il vicepresidente di Legambiente Stefano Ciafanimette fine alle sciocche mistificazioni messe in atto da chi, come alcuni pseudo ambientalisti, tentava di svilire una norma fondamentale per liberare il nostro paese dall’invasione delle buste di plastica”.

L'articolo prosegue subito dopo

L’approvazione di questa norma – prosegue Ciafanisostenuta anche dall’Ordine del giorno presentato dai senatori Ferrante e Fluttero, puo’ offrire un futuro possibile a alcune aree industriali del nostro Paese in evidente declino. D’altra parte, anche la posizione recentemente espressa da un soggetto non certo di parte, come Plastics-Europe di Federchimica, che riconosce la norma EN 13432 come unico disciplinare valido, conferma la giusta direzione da intraprendere per uno sviluppo moderno e innovativo del paese”.

Leggi anche

About Chiara Cichero 954 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*