Il decreto ancora non c'è, la Chiesa potrebbe non pagare l'Imu nel 2013 - Notizie.it
Il decreto ancora non c’è, la Chiesa potrebbe non pagare l’Imu nel 2013
Politica

Il decreto ancora non c’è, la Chiesa potrebbe non pagare l’Imu nel 2013

Se c’era un vero miracolo economico compiuto dal governo Monti, sicuramente era quello di aver convinto la Chiesa a pagare l’Imu. Sembrava ormai che tutto fosse pronto, anche perché la Commissione industria del Senato aveva approvato la manovra, che doveva essere attuata per maggio. Cosa che non è avvenuta, perché il decreto del ministero dell’Economia ancora non è stato attuato. Se il provvedimento non sarà attuato per il primo gennaio 2013, quindi, l’intero anno venturo sarà esente da Imu per Chiesa, così come non pagheranno l’Imposta Municipale Propria anche partiti, sindacati, fondazioni e associazioni. A rivelarlo è Milano Finanza, la cui indagine ha fatto innervosire il ministero dell’Economia, presieduto da Vittorio Grilli.

«Non c’è nessuna proroga all’imposta» ribattono su Repubblica gli ambienti vicini al dicastero «il decreto arriverà a breve e poi dovrà passare l’esame del Consiglio di Stato. Il ritardo si deve all’esame complesso della materia, ma questo non pregiudica la corretta applicazione della norma, anche perché la scadenza della prima rata è il 16 giugno 2013» e, quindi, non si sforerebbero i tempi per il versamento dell’imposta nel 2013.

Invece, qualche complicazione, e non di poco conto, potrebbe esserci: il pagamento dell’Imu, come stabilisce l’articolo 91 bis del Cresci-Italia, viene effettuato “in proporzione all’utilizzazione non commerciale dell’immobile quale risulta da apposita dichiarazione”, la quale va presentata entro il 2012 per fissare la quota da versare nel 2013.

Il ministero dell’Economia, però, non ha ancora preparato il modello per presentare la suddetta dichiarazione, così come risultano ancora assenti i criteri di valutazione delle superfici soggette alla tassazione, nonché la definizione dei casi in cui scuole e ospedali cattolici non sono soggetti all’Imu.

Questo ritardo nell’applicazione del provvedimento rischia, secondo le stime dell’Anci, di privare i comuni italiani di 600 milioni di euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche