Il destino: falsità o verità?

Guide

Il destino: falsità o verità?

keep-calm-make-your-destiny

Quando si parla di destino, quello a cui si pensa è un fato prestabilito, una serie di eventi e cause che non possono avere che un’unica conclusione. Così, nella vita di ognuno di noi, si dice che c’è un destino già scritto, ad esempio il giorno in cui si nasce e poi quello in cui si muore.

Molto spesso però si usa questo concetto per indurre le persone ad accettare passivamente le cose che capitano: se infatti si crede che il destino sia ineluttabile, ovvero che non c’è niente che possa essere fatto per opporglisi, non ha nessun senso lottare o ribellarsi, o impegnarsi per un’affermazione personale.

Se invece si crede che ci sono delle cose che accadono e basta, ma che non necessariamente le si deve subire, ma si può reagire per cambiare il corso degli eventi, la vita del singolo assume un’altra prospettiva. Il destino, se esiste, lo si può intendere solo come il corso che si dà alla propria esistenza, attraverso le scelte personali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...