Il dio azteco Huitzilopochtli, colui che nasce, lotta e muore ogni giorno

Guide

Il dio azteco Huitzilopochtli, colui che nasce, lotta e muore ogni giorno

Huitzilopochtli è il Dio azteco della guerra e di solito viene equiparato al dio del sole. Si dice che sia molto simile a suo padre, una palla di piume, ed è spesso raffigurato come un colibrì blu. Huitzilopochtli portò gli Aztechi a Tenochtitlan dove poi incentrarono il loro impero. Certe teorie dicono che Huitzilopochtli non era un dio, ma un eroe che diventò un dio. La circostanza della sua nascita, la sua prima parte della vita e la sua ricerca costante nel cercare una nuova terra per gli Aztechi, non seguono la struttura eroica mono mito. E’ interessante notare che alcuni studiosi credono che sia l’unico dio azteco non preso in prestito da altre culture mesoamericane.

Mentre ci sono molte versioni del mito Huitzilopochtli, la maggior parte è d’accordo sulla sua nascita miracolosa. Mixcoatl era il dio della caccia e aveva molte mogli. Una moglie fu Coatlicue dea della terra, letteralmente tradotto come Donna Serpente o Gonna Serpente.

Coatlicue era detta portare le mani e i cuori degli umani intorno al collo come una collana e vestita di serpenti vivi che le nascondevano le nudità in spire. E’ spesso raffigurata con gli artigli, che si dice utilizzare per scavare i cadaveri e cenare della loro carne. Coatlicue aveva più di 400 bambini. Un giorno stava pulendo e una palla di piume cadde giù dal cielo. Coatlicue la afferrò e la mise sotto il suo seno. In seguito non riuscì più a trovarla. Poi un giorno si rese conto che era inspiegabilmente incinta, presumibilmente della palla di piume. I suoi figli erano indignati e formarono lunghe file per aggredirla. Huitzilopochtli, il bambino che portava in grembo, balzò dal suo grembo e cominciò a combattere i suoi fratelli. I suoi fratelli e sorelle rimasti si ritirarono dopo averne uccisi diversi. In una variante, i fratelli riescono a uccidere Coatlicue e a quel punto Huitzilopochtli nasce adulto e indossando un’ armatura.

Tra i fratelli che ha ucciso c’erano Coyolxauhqui e Centzonuitznaua.

Gettò il capo di sua sorella Coyolxauhqui verso il cielo, così che divenne la Luna. Gettò i resti smembrati di Centzonuitznaua verso il cielo così che divennero le stelle. Come il Dio Sole, Huitzilopochtli passerebbe ogni giorno in battaglia con il fratello e la sorella caduti. Ciò in particolare è ben documentato dagli Aztechi che lo vedono ciclicamente nascere, combattere e morire ogni giorno della sua esistenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*