Il discorso del Papa al Congresso Usa: ‘Dovete abolire la pena di morte e le armi nucleari’

News

Il discorso del Papa al Congresso Usa: ‘Dovete abolire la pena di morte e le armi nucleari’

E’ destinato a fare storia l’intervento di Papa Francesco al Congresso Usa nella quale il pontefice ha trattato vari temi nevralgici fra i quali la pena di morte, le armi nucleari e di famiglia. Bergoglio è stato accolto in modo trionfalistico dai parlamentari americani, riuniti in seduta comune per l’eccezionalità dell’evento, che all’ingresso del Papa gli hanno tributato una standing ovation condita da tre minuti di applausi.

Fra i passaggi più importanti del lungo discorso del Papa l’esortazione al congresso di ‘Abolire la pena di morte a livello globale’, e la necessità di ‘Fermare il commercio delle armi’. Bergoglio ha parlato del ‘sogno americano’ ancora vivo e ancora capace di rappresentare l’emblema dei diritti e della libertà: ‘Quel sogno continua a ispirarci. Mi rallegro che l’America continui ad essere, per molti, una terra di ‘sogni’. Sogni che conducono all’azione, alla partecipazione, all’impegno. Sogni che risvegliano ciò che di più profondo e di più vero si trova nella vita delle persone.

Negli ultimi secoli, milioni di persone sono giunte in questa terra per rincorrere il proprio sogno di costruire un futuro in libertà’.

Il Papa ha anche stigmatizzato nel proprio discorso, il problema del fondamentalismo islamico, che va combattuto, ma non deve dare adito ad alibi per i fabbricanti d’armi: ‘Dobbiamo essere attenti ad ogni forma di fondamentalismo, tanto religioso come di ogni altro genere. È necessario un delicato equilibrio per combattere la violenza perpetrata nel nome di una religione, di un’ideologia o di un sistema economico, mentre si salvaguarda allo stesso tempo la libertà religiosa, la libertà intellettuale e le libertà individuale. Ma bisogna guardarsi dalla tentazione di alimentare il nemico interno. Imitare l’odio e la violenza dei tiranni e degli assassini è il modo migliore di prendere il loro posto. Questo è qualcosa che voi, come popolo, rifiutate”.

Sulla pena di morte il Papa ha ribadito la propria ‘battaglia’ per l’abolizione globale della ‘pena di morte’: ‘ogni vita è sacra, ogni persona umana è dotata di una inalienabile dignità, e la società può solo beneficiare dalla riabilitazione di coloro che sono condannati per crimini’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche