Il fabbisogno dello Stato diminuisce di 5,5 miliardi in un anno COMMENTA  

Il fabbisogno dello Stato diminuisce di 5,5 miliardi in un anno COMMENTA  

Tra tante notizie cattive, a volte pessime, che stanno contrassegnando questo inizio di 2012, ne arriva anche qualcuna buona. Questa, in particolare, riguarda i conti pubblici: nel 2011 il deficit non solo scende rispetto all’anno precedente, ma risulta inferiore anche rispetto alle stime ufficiali che erano state inserite nella nota di aggiornamento del documento di economia e finanza. Il ministero dell’economia. infatti, annuncia che a fine anno il fabbisogno ammonta a 61 miliardi e mezzo, 5,5 miliardi in meno rispetto all’anno precedente, quando il fabbisogno annuo era di 67 miliardi. Il Ministero precisa inoltre che il miglioramento arriva quasi a 8 miliardi qualora venga esclusa l’erogazione del sostegno finanziario alla Grecia, che nel 2011 è stata di circa 6 miliardi, contro i 4 miliardi circa dell’anno precedente. Poiché nelle stime del Documento di economia e finanza, il fabbisogno era previsto a 64,8 miliardi, il miglioramento sarebbe nell’ordine di oltre 3 miliardi. Risultato di un andamento più favorevole degli incassi fiscali e di quello di alcuni comparti di spesa. Per quanto concerne il dato mensile, relativo al dicembre 2011, il ministero indica infine che i conti pubblici registrano un avanzo di oltre 8 miliardi. Insomma, se non si può certo parlare di una inversione di tendenza, non si può che registrare con favore un dato che apre il cuore alla speranza e che introduce nel migliore dei modi ad un anno che si preannuncia molto difficile per il Paese.


Cala il fabbisogno statale
Cala il fabbisogno statale

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*