Il fiuto dei cani riesce a rilevare i tumori

Animali

Il fiuto dei cani riesce a rilevare i tumori

I nostri amici a quattrozampe possono individuare il cancro alla prostata annusando le urine di un paziente con un’esattezza che arriva fino al 98%.

A dimostrarlo è stata una nuova ricerca del dipartimento di Urologia dell’Ircss Humanitas di Rozzano (Milano) diretto da Gianluigi Taverna.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista ‘Journal of Urology’. Il lavoro si è servito di due esemplari di pastore tedesco femmina che hanno annusato i campioni di urina di 900 uomini, 360 con cancro alla prostata e 540 senza. Un cane è riuscito a individuare con il 98,7% di precisione i tumori alla prostata mentre l’altro esemplare si è fermato “appena” al 97,6%.

Era già stato confermato in altri studi che gli animali sono in grado di scovare specifici composti organici volatili del tumore alla prostata presenti nelle urine.

La scoperta potrebbe avere importantissime svolte nell’indivuazione tempestiva dei tumori, spesso scoperti troppo tardi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche