Il fumo passivo e i danni al cuore COMMENTA  

Il fumo passivo e i danni al cuore COMMENTA  

Il fumo passivo può provocare danni irreparabili al cuore secondo un nuovo studio.
L’inalazione di fumo di seconda mano per un minimo di mezz’ora danneggia i vasi sanguigni e può portare ad attacchi cardiaci e ictus, ha scoperto uno studio.

Leggi anche: Libia: comando operazioni alla NATO


Trascorrere un breve periodo in un ambiente fumoso è ‘dannoso per la salute’ – anche per i non fumatori.

E le cellule che riparano i danni ai tessuti sono a loro volta uccise dal fumo di tabacco, hanno detto i ricercatori.

Leggi anche: Torna Osama bin Laden, e stavolta la minaccia è alla Francia


Peggio ancora, attacchi ripetuti e prolungati del fumo passivo possono causare danni irreparabili e aumentare il rischio di malattie cardiache del 33 per cento.

Il fumo passivo è stato a lungo conosciuto per causare problemi di salute ai non fumatori ed è la principale forza trainante per il divieto di fumare nei luoghi pubblici.


Ma il nuovo studio, su non fumatori sottoposti a livelli di fumo nei pub, ha sorpreso i ricercatori a causa del breve periodo necessario per causare danni.

L'articolo prosegue subito dopo


Il Ricercatore Dr Yeghiazarians Yerem ha detto: ‘E’ abbastanza sorprendente che soli 30 minuti di esposizione potrebbero causare tali effetti dimostrabili. ‘

Un’esposizione prolungata può portare ad attacchi cardiaci, ictus e ipertensione – così come de-attivazione delle cellule di riparazione.

Il Dr Yeghiazarians, della California University, ha aggiunto: ‘E’ un colpo doppio:non solo una persona sviluppa lesioni dei vasi sanguigni, ma le cellule che aiutano a riparare il danno diventano disfunzionali ‘

Leggi anche

Dropbox: come funziona e download
Guide

Dropbox: come funziona e download

Condividere file tra diversi dispositivi non è mai stato così facile: piccola guida per capire come funziona Dropbox e dove si scarica Dropbox è il servizio di cloud storage più noti nel mondo. Un servizio che ti permette di disporre di uno spazio iniziale gratuito all’interno del quale poter inserire e condividere dei file. Un servizio che – dunque – è estremamente utile anche e soprattutto grazie alla sua facilità di fruizione, ha conquistato centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo. Come iniziare ad usare Dropbox Innanzitutto bisogna iscriversi al servizio è scaricarlo. Basta registrarsi al portale web del servizio (dropbox.com) e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*