Il fumo passivo ‘potrebbe aumentare il rischio di ADHD nei bambini del 50%’ COMMENTA  

Il fumo passivo ‘potrebbe aumentare il rischio di ADHD nei bambini del 50%’ COMMENTA  

I bambini esposti al fumo passivo in casa aumentano le loro probabilità di sviluppare disturbi mentali e comportamentali del 50 per cento, dicono gli esperti.

Il fumo passivo è già noto per aumentare il rischio di infezioni tra cui l’asma, la meningite e dell’orecchio medio tra i bambini.
I giovani che hanno vissuto in famiglie di fumatori hanno il 50 per cento più probabilità di sviluppare ‘dei disturbi neurocomportamentali, come difficoltà di apprendimento (8,2 per cento), ADHD (5,9 per cento).
In questo ultimo studio, gli scienziati hanno analizzato più di 50.000 risultati di un’indagine sulla salute dei bambini condotta tra il 2007 e il 2008.


Ai genitori è stato chiesto se un medico o un insegnante aveva detto loro che bambino aveva difficoltà di apprendimento, ADHD o un altro disturbo della condotta.


E’ stato anche chiesto se il loro ragazzo aveva ricevuto consulenza e se qualcuno fumava in casa.

I ricercatori della Harvard School of Public Health hanno scoperto che il sei per cento dei bambini sotto i 12 anni sono stati esposti al fumo passivo a casa – il che equivale a circa cinque milioni di bambini.

L'articolo prosegue subito dopo


Questi giovani hanno il 50 per cento più probabilità di sviluppare ‘dei disturbi neurocomportamentali, come difficoltà di apprendimento (8,2 per cento), ADHD (5,9 per cento) o un altro disturbi della condotta (3,6 per cento).

Hanno inoltre il 50 per cento in più probabilità di soffrire di due o più disturbi.
Ragazzi e bambini di età compresa tra 9 e 11 anni di età sono risultati essere a maggior rischio, secondo i Centers for Disease Control and Prevention di studio.

I risultati sono stati ponderati per regolare altri fattori di rischio noti, quali condizione economica della famiglia della madre e il livello di istruzione.
Anche se la squadra ha trovato una forte associazione tra fumo passivo e disturbi neurocomportamentali non ha dimostrato che uno ha causato l’altra.
Tuttavia, hanno scritto nell’ultima edizione della rivista Pediatrics: ‘Ipotizzando una relazione causale, 274,100 casi in eccesso di questi disturbi si sarebbe potuto evitare che i bambini fosseo stati esposti al fumo passivo nelle loro case.’

Il Dr. Gregory Connolly, ha concluso: ‘pesanti oneri sanitari ed economici potrebbe essere ridotti in modo significativo se politiche antifumo in casa sono rigorosamente introdotte.’

L’autore Simon Radicot, ha dichiarato: ‘Abbiamo scoperto che i bambini che non avevano mai fumato che sono stati esposti al fumo avevano più probabilità di avere credenze positive circa l’abitudine killer. Questi sono i ragazzi che hanno maggiori probabilità di iniziare a fumare da adolescenti. ‘

I primi risultati suggeriscono che l’esposizione al fumo passivo potrebbe innescare la dipendenza nel cervello -.

Leggi anche

Salute

Dieta Lemme: quali danni provoca

Dieta Lemme: sconsigliata a chi soffre di problemi al fegato, ai reni, la mancanza totale di sale potrebbe portare ad ipotensione con capogiri, sconsigliata anche alle donne in gravidanza La dieta del Dottor Lemme sta Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*