Il fumo tra gli adolescenti può danneggiare il cervello dicono i dottori

Infanzia

Il fumo tra gli adolescenti può danneggiare il cervello dicono i dottori


Fumare durante l’adolescenza potrebbe danneggiare lo sviluppo del cervello e l’udito, hanno messo in guardia i medici.
Uno studio ha dimostrato che i giovani fumatori hanno più probabilità di soffrire di problemi di udito, rendendo più difficile concentrarsi in classe.

Il dottor Leslie Jacobsen ha detto: “I livelli di interruzione (per l’udito) sono abbastanza significativi che se si sta già lottando a scuola si potrebbe ribaltarsi verso il fallimento scolastico”.
Si pensa che il cervello è particolarmente vulnerabile agli effetti del tabacco durante l’adolescenza.
Circa l’80 per cento dei fumatori britannici 12 milioni hanno preso l’abitudine durante la loro adolescenza, con un quarto delle ragazze e uno su sei ragazzi fumatori regolari dall’età di 15 anni.

Il Dr Jacobsen, uno psichiatra pediatrico presso la Yale University, ha esaminato l’effetto del fumo e lo sviluppo del cervello in un gruppo di giovani di età compresa tra i 14 ei 19.
I 67 ragazzi e le ragazze compresi alcuni fumatori, alcuni non fumatori e alcune le cui madri avevano fumato durante la gravidanza.

Scansioni cerebrali hanno mostrato chiare differenze nella struttura della sostanza bianca – il tessuto responsabile dell’esecuzione dei segnali tra le cellule cerebrali – in chi fumava, o le cui madri avevano fumato.
I cambiamenti, che si trovano nelle regioni responsabili per i segnali di ritrasmissione per l’orecchio, erano più grandi nei fumatori, suggerendo che il cervello è a rischio più elevato di maturazione, durante l’adolescenza,secondo il New Scientist.

Uno studio precedente effettuato dagli stessi ricercatori ha scoperto che gli adolescenti che fumano hanno più difficoltà ad ascoltare distratti da altre cose intorno a loro.
Si pensa che la nicotina è la colpa, interferendo con la creazione di connessioni cerebrali che ci aiutano ad ascoltare.

Il Dr Richard Todd, uno psichiatra infantile nello stato americano del Missouri, ha detto che lo studio ha aggiunto alla ricerca che mostra che la nicotina può influenzare lo sviluppo del cervello nel grembo materno.
“Sembra che il cervello rimane vulnerabile a lungo in adolescenza”, ha detto.

Ulteriori studi di adolescenti che hanno smesso di fumare sono in programma per vedere se il danno è permanente.
Precedenti ricerche hanno dimostrato che i bambini le cui madri hanno fumato durante la gravidanza hanno fino a 12 volte più probabilità di essere dirompenti e aggressivi.
Fumare in gravidanza è legato anche a una serie di problemi di salute, fra cui mortalità neonatale e nascita prematura.
E’ stato anche dimostrato di triplicare il rischio di morte tra neonati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche