Il futuro dell'Inter affidato a Zeman? - Notizie.it

Il futuro dell’Inter affidato a Zeman?

Inter

Il futuro dell’Inter affidato a Zeman?

Zdenek Zeman
Zdenek Zeman

La sconfitta di Roma, soprattutto per il modo in cui è arrivata, con una squadra in balia degli avversari e mai in partita, riapre la discussione sul futuro allenatore dell’Inter. Se Ranieri si era procurato qualche benemerenza riportando Zanetti e compagni a pochi punti dal vertice, le ultime quattro gare hanno praticamente azzerato il lavoro fatto in precedenza e spinto tutto l’ambiente ad interrogarsi su quale possa essere il futuro di una squadra chiaramente arrivata alla frutta. Proprio qui sta il grande problema dell’Inter, tanto da rendere irrealizzabili già in partenza alcune delle ipotesi che su alcuni organi di stampa stanno prefigurando il futuro prossimo della società presieduta da Massimo Moratti. Se si pensa allo stato in cui è ridotta la squadra, con molti giocatori ormai bolliti e da ricostruire sin dalle fondamenta, sembra molto difficile che possa tornare Mourinho, uno abituato a lavorare con grandi investimenti e con il fine ben preciso di vincere subito.

Allo stato attuale, pensare che Moratti tiri fuori un centinaio di milioni di euro la prossima estate, sembra più una follia che un azzardo. Stesso discorso, può essere fatto per Guardiola, il quale se andasse via dal Barcellona, non andrebbe certo in un club che non fosse in grado di permettergli di vincere subito, per dimostrare che buona parte del merito dei successi catalani è anche sua. Tra l’altro, essendo un tecnico che punta molto sulla identità di squadra, Guardiola sicuramente chiederebbe una serie di giocatori adatti al suo modulo, con relative spese che assai difficilmente potrebbero essere coperte da cessioni che, allo stato attuale, non porterebbero molto nelle casse societarie, se si fa eccezione per quella di Snejider. Ecco perciò che nelle ultime ore sembra farsi avanti, di nuovo, la voce che vorrebbe Zeman come prossimo tecnico nerazzurro. Una ipotesi che se da un lato affascina, dall’altra la dice lunga sul fatto che nei prossimi anni, l’Inter dovrà dedicarsi soprattutto a ricostruirsi per iniziare un nuovo ciclo.

Come fece la Roma di Franco Sensi, prima di affidarsi a Fabio Capello. Proprio il paragone con i giallorossi, sembra il più calzante, per l’Inter di oggi, visto quello che ha fatto la nuova proprietà americana nei primi mesi della sua gestione, tutta tesa a gettare le fondamenta per la ricostruzione. I tifosi romanisti hanno accettato con grande pazienza le scelte societarie, sostenendole a spada tratta: saprebbero fare lo stesso quelli interisti?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche