Il governo dice no al ponte sullo stretto. Soppressi i fondi necessari per la costruzione

Catania

Il governo dice no al ponte sullo stretto. Soppressi i fondi necessari per la costruzione

Era uno dei progetti simbolo del governo Berlusconi. Anche l’Europa aveva detto di no.

ROMA – Il governo appoggia una mozione dell’Idv che prevede la soppressione dei finanziamenti per gli anni 2012 e 2013.Addio sogni di gloria, dopo anni di campagna elettorale, progetti fasulli e mistificazioni della realtà, è arrivato il momento della resa. Il ponte sullo stretto di Messina non si farà, almeno in futuro prossimo. Chiusi i rubinetti dei fondi a disposizione sarà difficile vedere completato l’intero progetto. Uno degli ex punti saldi del governo Berlusconi.
La mozione approvata vincola l’esecutivo di governo «alla soppressione dei finanziamenti che il governo ha previsto per la realizzazione del ponte sullo stretto di Messina, pari complessivamente a 1 miliardo e 770 milioni di euro, di cui 470 milioni per il solo anno 2012 quale contributo ad Anas per la sottoscrizione e l’esecuzione – a partire dal 2012 – di aumenti di capitale della società stretto di Messina».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*