Il Governo metterebbe due” alieni “ai vertici Rai COMMENTA  

Il Governo metterebbe due” alieni “ai vertici Rai COMMENTA  

Il Governo ancora una volta ci stupisce con delle scelte azzardate e assurde, dettate solo dalla voglia di stringere il cappio  della dittatura tecnocratica lobbistica, liberista, sprezzante borghese intorno al collo degli italiani, attraverso la manipolazione e strumentalizzazione di tutti i mezzi a disposizione.

E’ quanto emerge dalla scelta dei candidati ai vertici Rai e soprattutto dal metodo torbido usato per eleggerli.  Anna Maria Tarantola, vicedirettrice di Bankitalia, protetta dal Vaticano,sarà la presidente Rai;   Luigi Gubitosi, ex country manager e responsabile corporate investiment banking della Bank of America per l’Italia, sarà il nuovo direttore generale.

 Carlo Freccero, candidatosi insieme a Santoro commenta:” Sono due alieni.Bisogna verificare se hanno il televisore a casa: Monti ha confuso la Rai con una banca.

E’ come nominare un romanziere presidente di un istituto fisico nucleare. La reazione più giusta è quella di essere stupiti”. Intanto il premier, vista l’opposizione del Pdl, ha deciso di non riformare la legge Gasparri, chiesta dal Pd, ma ha deciso di dare maggiore potere a presidente e dg, a scapito del cda: tradotto in termini spiccioli , il presidente potrà decidere, su proposta del dg, sugli atti e i contratti da 2,5 a 10 milioni di euro.

L'articolo prosegue subito dopo

Inoltre potrà nominare i dirigenti di primo e secondo livello;  le nomine editoriali resteranno invece competenza del cda ed infine la vigilanza Rai sarà coinvolta nella modifica delle deleghe. Ma non finisce qua, il demiurgo Monti ha partorita una “riformina” tutta sua,  culminata con l’annuncio anticipato delle nomine, che di norma spetta al consiglio d’amministrazione ( ma ancora non c’è) di concerto con il Tesoro. Antonio Di Pietro, stupito, si chiede :”Che c’entrano i poteri forti, il mondo delle banche con l’informazione?”, ma Monti si difende sostenendo di aver privilegiato la “solidità gestionale”, e coerentemente con il suo stile dittatoriale ha dato il suo out out ai partiti: prendere o lasciare, alludendo alla vicenda delle Authority. Doveroso sottolineare che alla presidenza di quella delle comunicazioni ha collocato il bocconiano doc Angelo Cardani. Tutti storcono il naso , insistendo sull’inadeguatezza delle nomine, ma la partita è ancora tutta da giocare: toccherebbe infatti alla commissione di vigilanza fare i nomi dei 7 consiglieri e ratificare, con una maggioranza dei due terzi l’indicazione della presidente.

Leggi anche

1 Commento su Il Governo metterebbe due” alieni “ai vertici Rai

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*