Il grande poeta Mario Dolcetti presenta a Sorrento “MEZCLA” con Carlo Alfaro e Mariella Nica

Libri

Il grande poeta Mario Dolcetti presenta a Sorrento “MEZCLA” con Carlo Alfaro e Mariella Nica


Domenica 4 novembre alle ore 18:00, si terrà nella sala Ulisse del Sorrento Palace, l’evento letterario: “Il mio vero Dio è tra i boschi” di Mario Dolcetti. A condurre l’evento le associazioni Etabeta e Il Caffè delle Muse, con i rispettivi presentatori Mariella Nica e Carlo Alfaro. Al centro, un protagonista di pagine, quarantasette, e dai caratteri d’inchiostro… il nuovo volume di Dolcetti: “Mezcla”. Come il titolo vuole, una mistura di appunti e ricordi: “Notas de viaje”; osservazioni: “Punto de vista”; moti dell’animo e liriche del poeta stesso: “Canto Nuevo”. Poesia nuda quella di Dolcetti, come un corpo sfoderato tra una folla di costumi. Una voce scoperta da usi e costumi, manchevole di architetture o sistemi: nuda. Di una nudità che rivendica il suo diritto d’essere, di amare e vivere.
Mario Dolcetti è nato a Piano di Sorrento dove tuttora risiede. Ha insegnato matematica presso l’istituto San Paolo. E’ sopra ogni cosa un poeta; ancora, un pittore.

Tra le sue pubblicazioni: Senza Confine, Rosa rossa vellutata (tradotto anche in spagnolo) Grappoli di stelle (Libroitaliano Editrice Letteraria internazionale) e Lussuria si morde le labbra (Casa editrice Ismeca 2010).
Ingresso gratuito, ampio parcheggio, sala esclusiva di un albergo stellare nella splendente Sorrento, declamazione di struggenti versi da validi attori, interviste brillanti da collaudati conduttori, musica dal vivo, ricco buffet…cosa volere di più per il vostro pomeriggio domenicale?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

pillar-capitals-2367488_960_720
Storia

I tre ordini architettonici greci

22 agosto 2017 di Notizie
Gli ordini architettonici  sono la più grande invenzione introdotta dai Greci nell'arte della costruzione. Tale invenzione risponde principalmente all'esigenza di eliminare qualsiasi forma di casualità nella realizzazione di un edificio.