Il maestro di Reims COMMENTA  

Il maestro di Reims COMMENTA  

La manovra non riuscì Amolfo fu deposto nel 991, Gerberto diventò arcivescovo. Intanto però, la sua vita si veniva segnando di rotture e contrasti profondi fra le diocesi del tempo.

Nel 997 Gerberto è un uomo solo, salvato semmai dalla nomina da parte di Ottone III a proprio segretario politico. Abbandona Reims e si trasferisce in Germania, alla corte di Ottone III per due anni, per l’imperatore lo elegge arcivescovo di Ravenna, mentre l’intera corte ottoniana si sposta a Roma.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*