Il ministro dell’Educazione cileno: “Il regime di Pinochet non fu una vera dittatura”

Esteri

Il ministro dell’Educazione cileno: “Il regime di Pinochet non fu una vera dittatura”

Il generale Pinochet

Harald Beyer ,nuovo ministro dell’Educazione del governo cileno di centro – destra, ha annunciato che dal prossimo corso scolastico scomparirà dai sussidiari delle elementari la definizione di “dittatura” riferita ai diciassette anni di Pinochet (1973-1990) e sarà sostituita da un più generico “regime militare”.

Beyer, nominato la scorsa settimana dopo le dimissioni del suo predecessore Felipe Buldes, ha dichiarato che il testo scolastico emendato “intende comparare differenti visioni sul fallimento della democrazia in Cile, il regime militare e il processo di recupero della democrazia iniziato alla fine del XX secolo, considerando i vari protagonisti, le differenti esperienze e punti di vista”.

Il generale Pinochet

E per sottrarsi alle prevedibili critiche Beyer ha poi aggiunto che la scelta è stata frutto di un lavoro di gruppo, visto che la proposta di sostituire il termine ha seguito il regolare iter di approvazione fino al nullaosta ufficiale del Consiglio Nazionale dell’Educazione trasversale, “che lo ha approvato senza modifiche”.

L’ex presidente socialista Eduardo Frei ha sottolineato come «le dittature sono tali e non hanno alcun cognome.

Potranno cercare di cambiare il nome, ma sia nell’immaginario collettivo che nella realtà cilena e internazionale il Paese ha vissuto un’obbrobriosa dittatura e nessuno può cambiare questo fatto».

Diversa l’opinione dei deputati della destra: secondo l’esponente del partito ultraconservatore Unione Democratica Indipendente, Iván Moreira «il fatto che si parli di dittatura significa voler stigmatizzare un governo che cedette democraticamente il potere, cosa che non è accaduta in alcuna dittatura nel mondo».

Sebastian Piñera, Presidente del primo governo di destra dagli ultimi vent’anni era stato finora molto attento a non confondere la sua gestione con gli anni della dittatura che, sotto la guida del generale Augusto Pinochet Ugarte ha torturato oltre 28 mila persone, ucciso almeno 3.200, fatto scomparire un altro migliaio e ne ha condannate alla fuga e all’esilio centinaia di migliaia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...