Il mondo di Horten: recensione

Cinema

Il mondo di Horten: recensione

“Il mondo do Horten” e’ un film drammatico diretto dal norvegese Bent Hamer, regista pluripremiato, sceneggiatore e produttore.
Il film uscirà nelle sale il 19 giugno. Odd Horten e’ uno scapolo taciturno ed abitudinario. Ogni giorno si prepara il suo pranzo, va a lavoro, accudisce all’anziana madre. Horten ha guidato lo stesso treno sulla stessa tratta, Bergen-Oslo, per più di quarant’anni, e adesso deve andare in pensione. Il potersi gestire il proprio tempo significa rimettersi in gioco: così Horten inizierà una sorprendente avventura. Incontrerà’ personaggi particolari, come una donna, da poco vedova, che conosce le sue marche preferite di pipe e come un diplomatico amante di arti primitive/inventore incompreso, col vezzo di guidare con gli occhi bendati.
Con toni fiabeschi e su panorami norvegesi innevati, il regista Hamer racconta la storia di un uomo anziano di età ma di spirito giovanile.
La terza età e’ ormai un problema per tutti quei servizi sociale e sanitari necessari.

Il personaggio di Horten rompe i tradizionali cliché sulla vecchiaia, per colorare un futuro di nuova luce e nuove avventure.
Un film profondo, pieno di allegorie ed estrema cura dei dettagli. Un film difficile, che fa riflettere ed anche commuovere.
Il trailer:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche