Il primo pannolino, cosa devo aspettarmi COMMENTA  

Il primo pannolino, cosa devo aspettarmi COMMENTA  

nullIl primo cambio di pannolino è un’esperienza scioccante: quella sostanza scura e viscosa appiccicata al sederino del tuo bambino si chiama meconio ed è composta da tutto quello che il feto ha ingerito nel periodo prenatale, incluso il liquido amniotico.

Potrebbe sembrare un tantino schifoso, è vero, ma è del tutto normale. “Un pannolino pieno di popò scura è il segno che il sistema digestivo del bambino funziona bene”, dicono gli esperti.

Nel giro di qualche giorno la popò passerà da nera a marrone scuro, poi da verdastra a giallognola. Questa fase di passaggio dimostra che l’organismo sta imparando a digerire il latte.

Il colore può variare anche in base all’utilizzo del latte materno o del latte in polvere. Di solito, la popò dei bambini allattati al seno è di color giallo-arancio, è più liquida ed ha un odore dolciastro.

L'articolo prosegue subito dopo

Invece quella dei bambini allattati con latte artificiale è giallo-marrone, è più densa ed ha un odore più forte. Questo è dovuto al fatto che il latte artificiale è meno digeribile di quello materno. Ma varia anche la frequenza della popò: i bambini che assumono latte artificiale potrebbero farla anche solo una volta al giorno, mentre di norma quelli allattati al seno la fanno dopo (o anche durante) ogni poppata, anche di notte. Ciò significa che nel giro di 24 ore potresti arrivare a cambiare fino a 10 pannolini. Ma è anche possibile che il tuo bambino non la faccia per tre giorni. Non esistono regole. Gli esperti concordano: meglio evitare di rispettare scadenze “regolari”. In seguito, man mano che l’intestino cresce, la frequenza della popò diminuisce. E’ importante che i pannolini siano sempre un po’ bagnati di pipì: se noti che rimangono asciutti per più di sei ore e il piccolo è sempre assonnato, consulta il medico perché potrebbe essere disidratato. In generale i bambini bagnano il pannolino circa ogni due ore, quindi i pannolini andrebbero cambiati in base a questi ritmi. Ma quelli moderni sono super assorbenti , quindi non è sempre facile capire quando serve un cambio: in questo caso il caro e vecchio metodo delle dita nel pannolino può sempre tornare utile.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*