Il quadro dell’aumento contributivo COMMENTA  

Il quadro dell’aumento contributivo COMMENTA  

Dal 2012 aumentano in maniera sensibile gli importi della contribuzione. In particolare l’articolo 22 del
Dl 201/2011 prevede che: ● le aliquote contributive pensionistiche di finanziamento e di computo
delle gestioni pensionistiche dei lavoratori artigiani e commercianti iscritti alle gestioni autonome dell’Inps
siano incrementate di 1,3 punti percentuali nel 2012 e di un ulteriore 0,45 ogni anno, per attestarsi al
24% dal 1˚ gennaio 2018 ● le aliquote contributive pensionistiche di finanziamento e di computo
dei lavoratori coltivatori diretti, mezzadri e coloni iscritti alla relativa gestione autonoma dell’Inps.

Pertanto, dal prossimo 1˚ gennaio la contribuzione per queste categorie di lavoratori autonomi aumenta dello
0,30 per cento. Il che comporta un aumento dei contributi di base calcolati sul minimale di reddito
(14.552 euro nel 2011), i cosiddetti “contributi fissi”.

null

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*