Il rapporto riservato della Commissione europea sull’Italia COMMENTA  

Il rapporto riservato della Commissione europea sull’Italia COMMENTA  

Mario Monti
Mario Monti

Il rapporto riservato elaborato dalla Commissione UE, circolato all’ultimo vertice di Copenhagen e rivelato oggi dal Financial Times, rilascia una fotografia abbastanza esauriente dell’Italia. In base a questo rapporto, il nostro paese ha ottenuto risultati “chiaramente di rilievo” con misure di risanamento finanziario che dal maggio 2010 sono ammontate a 100 miliardi di euro, pari al 7% del Pil.

Questo sforzo, se da un lato ha contribuito a ristabilire la fiducia dei mercati nell’Italia, che adesso viaggia verso l’obiettivo del pareggio di bilancio nel 2013, dall’altra ha avuto conseguenze molto serie, tanto da deprimere l’economia in una misura che potrebbe arrivare a mettere a serio rischio il conseguimento di questo obiettivo, insieme a tassi di interesse che restano relativamente alti.

Nel rapporto, composto di quattro pagine ed intitolato “la situazione di bilancio in Italia”, la Commissione Europea sottolinea che il governo dovrebbe “essere pronto a evitare ogni ritardo nell’esecuzione delle misure e intraprendere ulteriori azioni se necessario”. Se queste ulteriori azioni debbono avere come “beneficiari” coloro che hanno già pagato nella maniera più dura le misure precedenti, sarebbe meglio non accogliere questo invito, visto lo stato in cui è ridotto economicamente il paese, con una recessione da qualcuno definita tecnica, ma mai stata tanto reale.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*