Il saluto a Fracesco Pinna: oggi i funerali del ventenne morto per 5 euro l’ora

Cronaca

Il saluto a Fracesco Pinna: oggi i funerali del ventenne morto per 5 euro l’ora


Fracesco Pinna:: oggi i funerali del ventenne morto per 5 euro l’ora
Il cantautore Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti ha voluto essere presente

E’ arrivato nella cappella mortuaria del cimitero di Sant’Anna, a Trieste, per rendere omaggio al ragazzo rimasto vittima dieci giorni fa nel crollo dell’impalcatura per il concerto che Lorenzo avrebbe dovuto tenere la sera. La famiglia: Chiediamo la massima discrezione per la messa funebre

Per l’ultimo saluto a Francesco Pinna, il ragazzo di 20 anni morto lunedì 12 dicembre sotto il crollo del palco mentre montava l’impalcatura per il suo concerto, Jovanotti ha voluto esserci. Per condividere il dolore enorme della famiglia che ha chiesto la massima discrezione agli organi di informazione, a fotografi e cameraman.

Lorenzo Cherubini, non ha potuto fare a meno di interessarsi alla vicenda. ‘Il mio dolore è rivolto a Francesco Pinna, studente lavoratore, la cui vita si è fermata oggi nell’incidente che ha travolto la mia squadra’, è stato il messaggio del cantautore su Twitter.

Sul sito del cantante soleluna.com una foto dello studente ventenne mentre è in palestra.

Jovanotti è arrivato questa mattina alla cappella mortuaria del cimitero di Sant’Anna, a Trieste, poi alla messa che nella chiesa del Sacro cuore del Gesù, è stata officiata dal vescovo monsignor Giampaolo Crepaldi.

Francesco è morto per una fatalità davvero difficile da prevedere. E’ una tragedia enorme amplificata dal fatto che si stava lavorando per allestire ‘una festa’, un evento effimero che lascia il dolore e la morte fuori dai cancelli per una sera. E invece stavolta tutto si è ribaltato e ora c’e’ solo dolore sul mio palco distrutto’, il messaggio di Jovanotti diffuso in una nota il giorno dopo l’incidente.

Oggi il cantautore c’è ma in maniera silenziosa. E mentre dalla procura del capoluogo giuliano sono partiti nove avvisi di garanzia ad altrettanti funzionari e dirigenti di ditte di montaggio che avrebbero dovuto realizzare il palco, l’Ora tour rimane in silenzio.

‘Si è già detto e parlato sulla sicurezza e la precarietà di chi lavora nel settore degli allestimenti degli spettacoli e sugli stipendi di chi lavora a cinque euro l’ora.

Sono migliaia a fare questi lavori in Italia e spesso sono studenti che non hanno un lavoro fisso e che così si guadagnano qualche giornata. Francesco era uno di loro e aveva tutta la vita davanti a se e questa è la tragedia.

Le strumentalizzazioni sono fuori luogo e mi feriscono perché inducono a pensare che nel mio tour ci sia del lavoro nero o sottopagato. Lo so e mi è stato confermato anche in questo caso, che in un tour come il mio (e come tutti i grandi e piccoli tour che girano l’italia) ogni lavoratore locale è assunto con un contratto in regola con le leggi dello Stato’.

sulla pagina Facebook dell’artista il comunicato sulla ripresa del tour a febbraio 2012

COMUNICATO STAMPA di Trident (produttore dell’ORA TOUR)

Trident Management comunica che, d’accordo con tutto lo staff e con Lorenzo, si è deciso di riprendere, nel mese di febbraio 2012, il tour interrotto lo scorso 12 dicembre.

Il calendario definitivo verrà comunicato venerdì 23 dicembre p.v.

alle ore 10:00. Sempre dalla stessa data, tutti coloro che hanno acquistato biglietti per le date sospese, potranno scegliere se utilizzare i biglietti per le date riprogrammate o chiedere il rimborso, che sarà possibile fino al 10 gennaio 2012.

1 Trackback & Pingback

  1. Il saluto a Fracesco Pinna: oggi i funerali del ventenne morto per 5 euro l’ora - Allnewz.it | Allnewz.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...