Il segreto del lusso? I Bravi negozianti

Shopping

Il segreto del lusso? I Bravi negozianti

Le campagne pubblicitarie, i grandi fotografi, le modelle, le sfilate: tutto giustissimo, tutto indispensabile. Ma alla fine c’è il prodotto: fatto a mano, in Italia,con la massima coscienza ambientale e responsabilità sociale. E il prodotto vende nei negozi. Patrizio di Marco, da tre anni Presidente e amministratore delegato di Gucci,convoca ogni anno nella sede di Casellina appena fuori Firenze i negozianti di Gucci di tutto il mondo per spiegare proprio questo. 680 “store manager” da 218 città di 47 Paesi diversi, 200 persone di staff (interpreti, autisti,catering) assegnate a seguirli in ogni movimento per una settimana tra Firenze e Roma: sono arrivati a lunedì scorso e partiranno domani. Gucci non è un’azienda ma una missione: ogni anno ascoltano i negozianti che fanno da tramite con i clienti; gli store manager visitano le novità dell’ufficio stile, i laboratori artigianali, il museo, dialogano con Frida Giannini, spiegano all’innovazione e alla responsabilità : allevamento che non deforestano, pelle da animali cresciuti in Toscana, aiuti ai fornitori perchè ottengano accesso al credito in momenti difficili come questo.

Perchè i clienti entrano da Gucci? Perchè sanno di trovare prodotti belli, fatti da mani esperte. E la qualità unica del made in Italy.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche