Il sistema immunitario cambia col variare delle stagioni. Più probabile l’infarto in inverno

Salute

Il sistema immunitario cambia col variare delle stagioni. Più probabile l’infarto in inverno

attività dei geni nelle cellule del nostro sistema immunitario si modifica a secondo della stagione, e questo spiegherebbe i motivi per cui in inverno siamo più suscettibili che in estate a certe malattie.

E’ ormai risaputo il fatto che diverse malattie seguono un andamento stagionale, per esempio le malattie cardiovascolari o l’artrite reumatoide, ma anche la sclerosi multipla o il diabete di tipo 1 si sviluppano e trovano terreno fertile nelle stagioni dove la temperatura si abbassa sensibilmente. Il freddo invernale è propizio infatti per gli infarti, e altre malattie determinate da alterazioni del sistema immunitario.

Un altro fattore è dato dal fatto che le cellule del sistema immunitario hanno un loro ritmo di attività legato ai momenti della giornata. Per questo motivo determinate vaccinazioni è opportuno farle in un determinato periodo dell’anno anzichè in un altro. Proprio per aumentarne l’efficacia.

Lo studio è opera di un gruppo di scienziati dell’Università di Cambridge che ha proceduto ad effettuare studi sull’espressione dei geni in vari campioni di tessuti (il sangue e il grasso) di diverse popolazioni, ed è stato evidenziato come determinate cellule del sistema immunitario presenti nel sangue varia a seconda del periodo stagionale.

Si stima che circa un quarto degli oltre 20 mila geni studiati hanno un’attività condizionata proprio dalla stagione. Per questo anche la latitudine dei posti dove si vive e si è nati, influenza il sistema immunitario. Gli islandesi attivano i loro geni in modo irregolare, rispetto ad altri popoli, forse per l’alternanza del ciclo di buio e luce, nelle 24 ore, fra inverno e estate. E’ probabile che ogni organismo sia dotato di una sorta di orologio biologico che fa variare la risposta immunitaria a seconda delle variazioni stagionali, e che il valore spia sia proprio la temperatura esterna e la durata della luce del giorno.

Leggi anche

Loading...