IL SOMMERSO COLPISCE ANCORA: AZIENDE IRREGOLARI A BARLETTA COMMENTA  

IL SOMMERSO COLPISCE ANCORA: AZIENDE IRREGOLARI A BARLETTA COMMENTA  

 

 

4 laboratori del tessile di Andria e Barletta, 3 officine meccaniche di Terlizzi e Monopoli, 1 call center di Barletta e altre ancora. Queste sono le aziende sospese dal Nil.

Leggi anche: Borse in rosso dopo il crollo dell’economia cinese


Secondo i dati dell’ispettorato del lavoro 85% delle aziende nella provincia di Bari risultano irregolari. Nell’ultimo trimestre su 107 aziende passate al setaccio 90 risultano fuori norma: alcune con dipendenti in nero e altre inadempienti per la legge sulla tutela della  sicurezza e salute dei lavoratori. Le aziende sospese in via cautelare sono 10 nel settore dell’edilizia, metalmeccanico, tessile e terziario. Le violazioni dei datori  riguardano la mancata osservanza della Dlgs 626: omissione valutazione dei rischi aziendali e omissione consegna materiali di protezione legati alla specifica mansione. Gli ispettori hanno provveduto alle sanzioni, 315 mila euro, con recuperi di contributi e premi assicurativi di 130 mila.

Leggi anche: Imprenditore lascia la sua eredità ai dipendenti, donato un milione e mezzo di euro


 

Stefania Ditta

Leggi anche

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l'affitto
Economia

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l’affitto

In Italia aumentano le famiglie che non riescono a pagare la rata del mutuo e dell'affitto. Il numero di chi non arriva fine mese ha toccato il picco massimo degli ultimi 11 anni.   Circa il 5,4% delle famiglie italiane non paga regolarmente la rata del mutuo o la quota dell’affitto. Sempre più italiani  in `bolletta´, un valore che è cresciuto notevolmente e che nel 2015 ha raggiunto il livello massimo del decennio. Questi i risultati dell'indagine all'Istat sulle condizioni di vita, un indagine che evidenzia chiaramente che il 60% degli italiani fa fatica a effettuare regolarmente i pagamenti e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*