Il tè inglese

Guide

Il tè inglese

 

Il tè è secondo solo all’acqua come bevanda più popolare del mondo. La Gran Bretagna è una delle nazioni in cui il tè è maggiormente consumato. Nonostante la sua storia risalga solo a 350 anni fa, il tè Inglese ha lasciato un forte segno nella storia di questa bevanda.

Storia

Si crede che l’usanza di bere tè sia iniziata in Cina intorno al 2737 Avanti Cristo ma non è arrivata in Inghilterra fino a circa il 1652 Dopo Cristo. Man mano che la richiesta di tè cresceva, i commercianti Inglesi cominciarono a considerare altre vie per procurarselo oltre alla Cina, che aveva il monopolio sul prodotto. Cominciarono a coltivarlo in India. Poi scoprirono che le piante di tè crescevano nella regione di Assam in India, fornendo loro una maggiore quantità. La spedizione del tè dall’India iniziò nel 1838. Verso il 1888, l’Inghilterra importava ormai più tè dall’India che dalla Cina.

Valore

Il primo tipo di tè che arrivò in Inghilterra fu quello verde.

Ma quando arrivò più tè dall’India, quello nero divenne la norma. Le case da tè mischiavano le varietà per creare i propri gusti speciali. Oggi circa il 90 percento del tè consumato in Gran Bretagna è mescolato e le case da tè Inglesi sono tra i più grandi produttori e distributori di tè nero.

Identificazione

Il tè si ottiene dalle foglie di un cespuglio noto come Camelia Sinensis di cui ne esistono più di 1500 varietà. Diversi tipi di tè si ottengono da questa pianta inclusi i più popolari: verde, nero, bianco e oolong. La differenza tra loro consiste in quale parte della foglia è usata e nel metodo di lavorazione.

Un fatto curioso

Pare che Anna Maria Stanhope Russell, la settima Duchessa di Bedford, abbia dato inizio alla tradizione del tè pomeridiano verso la metà del diciottesimo secolo come un piccolo pasto ristoratore servito intorno alle 4 del pomeriggio tra il veloce pranzo di allora e il pasto principale, cioè la cena, servita tardi come voleva la moda intorno alle 8.

Legami famosi

Caterina di Braganza, una principessa portoghese, sposò Carlo II nel 1662 e portò con lei l’abitudine di bere il tè, allora popolare sul continente ma non in Inghilterra fino a che lei non lo rese alla moda e si diffuse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*