Il Teatro Duse di Bologna non chiuderà COMMENTA  

Il Teatro Duse di Bologna non chiuderà COMMENTA  

La crisi si è fatta sentire ma nonostante le minacce di chiusura il Teatro Duse di Bologna ha riaperto i battenti e propone ancora una volta al pubblico spettacoli unici e imperdibili. Ecco alcuni dei prossimi impegni in calendario per il 2012.

L’anno nuovo si apre a passi di danza, l’8 gennaio, con il gala internazionale “Cigno Nero”, dedicato alle musiche di Tchaikovsky, con i primi ballerini dell’American Ballet Theatre e New York City Ballet.


Dal 13 al 15 gennaio sarà la volta di “Stanno suonando la nostra canzone”, commedia musicale che debuttò a Broadway nel 79, scritta da Neil Simon. Il 22 gennaio, appuntamento per le famiglie con lo spettacolo in note “Heidi” di Maurizio Colombi. Dal 27 al 29 gennaio, Maria Amelia Monti e Cianfelice Imparato, diretti da Alessandro D’Alatri, interpreteranno l’ultimo lavoro del drammaturgo Edoardo Erba “Tante belle cose”. Il 1° febbraio Sebastiano Lo Monaco affronterà gli interrogativi del procuratore Pietro Crasso in “Per non morire di mafia”, la versione teatrale dell’omonimo libro.


Dal 10 al 12 febbraio, poi, Tullio Solenghi e Maurizio Micheli interpreteranno “L’apparenza inganna”, che conclude il ciclo di pièce con protagonista Francois Pignon.
Una stagione ricca di appuntamenti imperdibili, per tornare sulle scene a godere delle maggiori interpretazioni presenti nei cartelloni nazionali ed internazionali, e per concedersi a serate di straordinario valore artistico.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*