Il tepore dello Bikram Yoga COMMENTA  

Il tepore dello Bikram Yoga COMMENTA  

Ho sentito parlare per la prima volta di Bikram Yoga da un’amica in Florida che fece una “sfida Bikram” di 60 lezioni in 60 giorni. Ne parlava come di un’ “affermazione di vita, profonda e umile”. Era così entusiasta di farmi provare quest’esperienza che venne a Lynchburg, Virginia, dove vivo e mi accompagnò alla prima lezione. A quei tempi  a Lynchburg non c’era una scuola Bikram per cui dovemmo viaggiare per 60 miglia verso la scuola più prossima. La mia prima esperienza fu esilarante, ebbe un forte impatto  su di me ma la distanza era troppa, troppa strada in macchina e non ci andai più. Molti anni dopo, quando aprì una scuola anche a Lynchburg, pensai diverse volte di andarci ma non lo feci finchè mio marito non mi regalò 10 lezioni. Non avevo più scuse. Ora sono davvero entusiasta e invito tutti a provare lo yoga Bikram.


Com’è cominciato

Yogiraj Bikram Choudhury nacque a Calcutta,nel 1946. Cominciò a praticare all’età di 4 anni. Quando ne aveva 17, ebbe seri problemi alle ginocchia e i medici predissero che non avrebbe più potuto camminare. Invece di accettare il pronostico, lui decise di curare le ginocchia con lo yoga. Tornò dal suo maestro Bishnu Ghosh e sei mesi dopo le sue ginocchia erano rinate. Da questo evento, furono fatti diversi studi e così nacque l’idea di creare una scuola Bikram.


Cosa c’è da aspettarsi da una lezione di Bikram

Arrivai a scuola ed entrai nella stanza calda 20 minuti prima che cominciasse la lezione. Misi in ordine le mie cose, il mattoncino, la stuoia e l’acqua. Così mi stesi supina e cominciai a respirare profondamente, oltre il vetro c’era un cielo blu cobalto cosparso di nuvole di ovatta e uccelli migratori. Mi sentii tranquilla e riscaldata. Poi entrò il maestro e iniziò la lezione.


La temperatura raccomandata per una seduta di yoga Bikram è di 40 gradi con il 40% di umidità. Perché così caldo? Secondo Bikram Choudhury “lo yoga cambia la costruzione del corpo dall’interno, dalle ossa fino alla pelle, dalle mani ai piedi. Prima di praticare è necessario riscaldarsi perché un corpo caldo è un corso più flessibile. Così puoi modellare il corpo in tutti i modi che vuoi.

L'articolo prosegue subito dopo


Ogni lezione è condotta allo stesso modo: l’istruttore si pone di fronte ai partecipanti e porta avanti il percorso  attraverso 26 posizioni. Ogni lezione è per principianti e dura 90 minuti.

Equilibrio di pazienza e continuità

Durante la mia prima lezione pensavo che il calore, la calma e l’intensità sono il contesto; l’esercizio, la concentrazione e l’equilibrio sono il vero lavoro. Pensavo “Mi sto muovendo molto lentamente allora perché il cuore mi batte come se avessi corso per miglia?”

Stessa lezione, un altro pensiero: “Non posso mantenere questa posizione. Sto sbagliando.” Proprio in quel momento l’istruttore disse “Se questa è la vostra prima lezione, ricordate che il respiro è obbligatorio, tutto il resto è in più. Non vi spingete oltre i vostri limiti. Questi si allargheranno. Se avete bisogno di riposare , fatelo respirando profondamente. Ascoltate il  vostro corpo.

Quelle parole mi incoraggiarono e mi mostrarono i fattori più umili dell’esperienza Bikram. Devo essere paziente nel migliorare e raggiungere i benefici, non arrivano se non c’è uno sforzo continuo. La sensazione fisica che ho provato dopo la lezione è stata paradossale, intensamente energica e intensamente rilassata.

Non ci sono scuse: “Non è mai troppo tardi, non si è mai troppo vecchi né impreparati per cominciare da capo”- Yogiraj Bikram Choudhury.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*