Il Welfare di Alemanno: tagli sul sociale, al diavolo i deboli! COMMENTA  

Il Welfare di Alemanno: tagli sul sociale, al diavolo i deboli! COMMENTA  

Il Sindaco con la croce celtica colpisce ancora e ancora una volta si scaglia contro i deboli, così decide di diminuire i servizi sociali , aumentare l’assistenzialismo di matrice cattolica, spingere in favore dell’accentramento delle decisioni , conferire ampi poteri alle strutture di consulenza amiche e  sostenere con generosi  finanziamenti gli amici titolari di cooperative, pur  privi di credibilità ed esperienza nel settore; ma soprattutto tante sforbiciate. Questo è ciò che emerge da “Roma nel sociale”durante una conferenza stampa tenuta dalle opposizioni e dal Roman Social Pride, formato da cooperative che si occupano del sociale e da una parte dei municipi romani.

Leggi anche: Roma: in occasione del Giubileo sospesa la circolazione di armi, munizioni ed esplosivi

Domani  gli Stati generali del sociale del comune di Roma si vedranno per discutere del futuro della città, ma già da oggi inizieranno le discussioni all’Auditorium di Viale Manzoni.

Leggi anche: Champions League: Roma qualificata tra i fischi

Di fatto i tagli interesseranno  inizialmente le comunità rom ed i tossicodipendenti per poi colpire disabili ed anziani.  Fallisce così il Piano Nomadi , sebbene siano stati stanziati 30 milioni di euro, mentre la Croce Rossa, che avrà il compito di coordinare le politiche sociali verso i rom, spende la bellezza di 3 milioni e 800 mila euro solo per la vigilanza all’interno dei campi, piuttosto che mirare all’integrazione delle persone. Già sono stati chiusi ben quattro servizi”storici” di assistenza ai tossicodipendenti e congelati 10 progetti di rieducazione sociale ed inserimento lavorativo.

Anche gli indigenti se la passeranno male: per loro niente più stanziamenti e sono diminuiti anche i finanziamenti per le cooperative che si occupano di integrare nel mondo del lavoro soggetti svantaggiati, mandando così  in fumo la delibera 60.

L'articolo prosegue subito dopo

Ancora peggio per le donne: quest’anno infatti il progetto Roxanne, che si occupa del reinserimento delle donne vittime della tratta, non vedrà un centesimo.Tutto questo ovviamente è frutto delle decisioni sconsiderate e classiste di Alemanno &Co. Ecco cosa dichiara Daniele Ozzimo del Pd ” I servizi sociali sono colpiti da una sistematica gestione provvisoria del bilancio da parte della giunta Alemanno che impedisce ai municipi una seria programmazione dell’assenza di una strategia complessiva dell’uso delle risorse rappresentato dal fatto che ancora il Piano regolatore del sociale non è stato approvato”

Leggi anche

senzatetto-riconosciuta-a-roma
Roma

Giovane senzatetto avvistata a Roma non è Maddie McCann

Se n'è parlato tutto il giorno e poche ore fa finalmente il mistero è stato risolto. Il padre della giovane senzatetto che per molti assomigliava a Madeleine McCann, la bimba scomparsa in Portogallo nel 2007, ha riconosciuto la giovane; ma la sua identità non è quella di Madeleine: si tratta di Embla Jauhojärvi, una ragazza svedese di 21 anni che il padre ha spiegato soffrire della sindrome di Asperger. La giovane è stata fermata tra le strade del cento storico di Roma da diversi giornalisti, dopo che si era sparsa la voce della sua somiglianza con la bambina scomparsa nel Leggi tutto

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*