Ilva, Catricalà: intervenga la Corte Costituzionale

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, ha fatto sapere che il governo chiederà alla Corte Costituzionale di intervenire sulla decisione del gip di revocare la nomina del presidente dell’Ilva, Bruno Ferrante.

Leggi anche: Strage tra treni: il racconto su Facebook di un coratino

Il Ministro della Giustizia Severino ha chiesto di acquisire gli atti “con i quali il gip di Taranto, Patrizia Todisco, ha ribadito il sequestro degli impianti dell’Ilva e ha revocato la nomina di Bruno Ferrante dall’incarico di curatore dello stabilimento”. Fim e Uilm hanno proclamato uno sciopero di due ore dalle 10 alle 12 do oggi.

Leggi anche: Scontro treni in Puglia, indagati i capistazione

Allo sciopero non ha aderito la Fiom.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*