Immacolata concezione: significato e storia COMMENTA  

Immacolata concezione: significato e storia COMMENTA  

8 Dicembre: si celebra l’Immacolata concezione della Beata Vergine proclamata nel 1854 da Papa Pio IX

Tra poco si festeggerà l’Immacolata concezione della Beata Vergine Maria, la sua nascita senza peccato originale, il cui appuntamento annuale è fissato nel calendario l’8 dicembre. Durante il periodo dell’Avvento si inserisce la festa dell’Immacolata Concezione, in cui significato è riconducibile alla nascita di Maria, Madre di Dio. L’arrivo e la celebrazione di questo evento liturgico per il calendario cristiano simboleggia l’inizio delle festività natalizie: proprio in occasione dell’8 dicembre ci si dedica al presepe o all’allestimento dell’albero di Natale e di ogni altro addobbo natalizio. Tutta la famiglia, grandi e piccini, si riuniscono per celebrare e sbrigare i preparativi natalizi, si inviano frasi di augurio e di celebrazione per l’Immacolata Concezione e si attende con ansia il Bianco Natale.

La festa dell’Immacolata concezione vede, secondo l’emblema liturgico, l’avvento ed il momento in cui San Gioacchino e Sant’Anna hanno concepito la Vergine Maria senza peccato originale, come si concepiscono tutti gli esseri viventi ed umani. Sin dal momento primordiale della sua concezione, la Madonna è Vergine, in quanto non illibata dall’original sin, venendo a preservare la sua purezza e la sua verginità per sempre.


Maria fu “protetta” per sempre dal peccato originale, questo è un dogma dettato della Chiesa Cattolica, una verità assoluta rivelata da Dio e non contestabile nella religione cattolica.

Il dogma cattolico alla base della festività della Concezione Immacolata della Vergine Maria, celebrata ogni anno il giorno 8 dicembre, venne sancito ed istituito da Papa Pio IX nel 1854, ma le sue origini affondano le radici in epoca atavica e pregressa al momento di proclamazione.

Infatti già nel Contra Iulianum di Sant’Agostino, il quale recita“… non assegniamo Maria al diavolo per la condizione del nascere, ma per questo: perché la stessa condizione del nascere è risolta dalla grazia del rinascere”.

L'articolo prosegue subito dopo

Nel XV secolo Papa Sisto IV proclamò la festa liturgica dell’Immacolata, a seguire nel 1661 Papa Alessandro VII finalmente introdusse la storica bolla “Sollicitudo”, in cui si istituì la celebrazione a favore dell’Immacolata. Clemente XI, nel 1708, rese universale la festa dell’Immacolata Concezione. Papa Pio IX nel 1854 scelse ed optò per l’8 dicembre come data di celebrazione e di ricorrenza della Concezione Immacolata con la bolla “Ineffabilis Deus”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*