Immobili a Firenze: prezzi in salita e fiducia in calo

Firenze

Immobili a Firenze: prezzi in salita e fiducia in calo

Indice Immobiliare.it
Acquistare casa è sempre stato un obiettivo della vita di ogni cittadino italiano, ma oggi sembra che sia un sogno sempre più difficile da realizzare. In Toscana, in particolare: i suoi abitanti hanno sempre meno fiducia nel mercato immobiliare.
È quanto emerge dall’elaborazione dell’Indice Immobiliare.it sulla fiducia dei consumatori relativo al terzo trimestre 2011.
Se nel secondo trimestre del 2011 il 58% degli abitanti della regione si dichiarava convinto che fosse il momento giusto per comprare casa; in quello appena concluso la percentuale scende al 46,8%, valore questo leggermente superiore alla media nazionale (45%).
L’indagine – a livello nazionale – è stata condotta su un campione di oltre 5.000 italiani che, avendo negli ultimi tre mesi effettuato una ricerca o pubblicato un annuncio immobiliare, sono interessati al tema della ricerca di immobili.

Riguardo alle province toscane, la rilevazione di ottobre ha evidenziato – rispetto a quella di luglio – un andamento differente dei prezzi medi richiesti per gli immobili in vendita nelle principali città, con Livorno che si è distinta per il maggior calo dei prezzi mentre Prato per l’aumento.

Firenze si pone nella fascia intermedia con un leggerissimo aumento.

Tabella

Le principali evidenze per la regione Toscana
Cala l’ottimismo: solo il 46,8% del campione intervistato è convinto che quello attuale sia un buon momento per acquistare casa.
Il 18,8% ritiene sia più opportuno rimandare all’anno prossimo l’acquisto di un immobile, mentre il 18,8% pensa che quello attuale non sia un buon momento per comprare casa.
Ben il 72% del campione toscano si dice convinto che ora non sia un buon momento per vendere casa, mentre l’8,5% spera in un miglioramento della situazione nel corso dei prossimi 12 mesi.

L’indagine pone l’attenzione anche sulla percezione dell’andamento dei prezzi degli immobili in vendita in Toscana: il 36,2% degli intervistati si aspetta stabilità, il 37,1% ritiene che i costi siano destinati a calare e il 18,8% teme aumenti.

Fonte: Ufficio Studi Gruppo Immobiliare.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...