Impariamo a dire ‘no’!

Sesso & Coppia

Impariamo a dire ‘no’!

Capita che a volte un piccolo timore infantile ci spinga a compiacere gli altri per evitare discussioni e arrabbiature inutili.
Capita che a volte il desiderio di ‘piacere’ e di essere accettati ci spinga a dire ‘si’ quando vorremmo invece gridare a squarciagola un bel ‘nooooooo’(per essere delicate e fini).

Quello che inevitabilemente succede a tutti quelli che sempre o spesso tacciono quello che pensano, vogliono o ciò di cui hanno bisogno per anteporre i desideri e le esigenze di un’altra persona alle proprie, è che finiranno per sentirsi frustrati all’ennesima potenza.
E allora la domanda sorge spontanea: ‘Cosa può dare davvero una persona che si dimentica ‘chi è’, che non sa cosa vuole e tergiversa, che non conosce i propri limiti e che non insegna agli altri a rispettarli?

Come regalo di Natale, per tutte quelle persone fantastiche che hanno dimenticato di esserlo anche solo per un giorno, quattro piccole regole da seguire per riprendersi quella parte di coscienza nascostasi da qualche parte temporaneamente:

Svuota il sacco!

Liberati dall’ansia di dover necessariamente compiacere gli altri!
Se ti fermi per un secondo a pensare ti renderai conto che chi ti apprezza davvero non si aspetta nulla da te, nè tantomeno che reprima i tuoi desideri per fare quello che ti dice.
E se scopri che esiste davvero accanto a te gente che lo fa…

si tratta di persone che probabilmente devono essere ridimesionate o cancellate dalla tua vita.

Di NO
Impara a dire di no a chiunque ti imponga qualcosa che non ti senti ti fare.
Ricordati che non siamo al mondo per compiacere gli altri come se si trattasse di un mantra. Credici mentre te lo ripeti e respiri a fondo.

Sii egoista

Se sei una di quelle persone che hanno bisogno di piacere a tutti i costi agli altri, ti renderai conto di trovarti a volte in situazioni o relazioni che, a pensarci bene, non ti interessano.
Prentidi allora il tuo tempo prima rispondere ‘si’ ad un invito, ad un lavoro, ad una persona, per valutare se davvero è quello che vuoi, se puoi trarne giovamento in qualche modo.

Guarda ai fatti

Perchè come si suol dire le parole se le porta via il vento.
Se una persona( ahimè quante ce ne sono) non si comporta in maniera coerente con ciò che dice è chiaro che c’è qualcosa da riesaminare.
Se la tua dolce metà, per esempio, ti ripete che ti ama e che ‘sei la persona più importante della sua vita’ ma quando torna dal lavoro ha tempo solo per il Pc o per la tv e non si accorge nemmeno di come sei vestita o che hai un taglio nuovo di capelli…

se il tuo capo ricambia le tue ore extra di lavoro con un ‘grazie mille appreziamo molto tutto quello che fai per noi e ne terremo conto’, ma lo stipendio non vede nessuna variazione in aumento…ATTENZIONE!
Non lasciarti calpestare. Non comportarti come se i tuoi desideri, anche i più stupidi, non fossero importanti.
Alza la voce, punta i piedi, se necessario, e impara a negoziare per trovare una soluzione che vada bene anche a te.

Ricatto addio!

Abbandona il ruolo della vittima o quello della militante nell’esercito della Salvezza e allontanerai, molto probabilmente, dalla tua vita tutto quello che ruota intorno al ‘ricatto emozionale’.
Nessuno dice che sia facile, se da tempo cedi alle esigenze dei più svariati ‘vampiri energetici’ ma vedrai che svaniranno da soli mano mano che prendi coscienza che hai diritto di vivere la tua vita esattamente come meglio credi.

Che ognuno, insomma impari a prendersi le proprie responsabilità, rispettando i desideri, le esigenze, le necessità di chi gli vive accanto.

È la vera chiave del successo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche