Imprenditore si toglie la vita, in tasca ingiunzione di pagamento COMMENTA  

Imprenditore si toglie la vita, in tasca ingiunzione di pagamento COMMENTA  

Nuovo suicidio causato dalla crisi economica questa volta in un eficio del Centro Direzionale di Napoli, zona della città occupata prevalentemente da uffici. Un imprenditore si è suicidato nel tardo pomeriggio di ieri lanciandosi dal quinto piano del palazzo: l’uomo di 43 anni gestiva due aziende a San Giovanni a Teduccio e a Milano ed è morto sul colpo. Alcune persone si sono accorte dell’uomo che scavalcava il parapetto ma ogni tentativo di fermarlo è risultato vano. Sul posto è giunto un mezzo del 118 e le forze dell’ordine che hanno trovato nelle tasche dell’uomo un’ingiunzione di pagamento, la cui cifra non è stata comunicata, oltre a 850 euro in contati. Sul suicidio sta indagando la polizia.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*