Imprenditori agricoli saluzzesi e cuneesi in visita ad aziende frutticole di Ferrara - Notizie.it

Imprenditori agricoli saluzzesi e cuneesi in visita ad aziende frutticole di Ferrara

Attualità

Imprenditori agricoli saluzzesi e cuneesi in visita ad aziende frutticole di Ferrara

Giovedì 7 giugno oltre 40 imprenditori frutticoli provenienti, in particolare, dal Saluzzese e dal Cuneese hanno partecipato al viaggio formativo organizzato da Confagricoltura Cuneo nel Ferrarese per visionare l’evoluzione varietale delle principali sperimentazioni frutticole.
“Abbiamo assecondato le tante richieste raccolte tra i nostri associati – dichiara Roberto Abellonio, direttore di Confagricoltura Cuneo – che in più di un’occasione hanno espresso la volontà di conoscere meglio nuove varietà di frutta. L’iniziativa è servita per fornire elementi utili per poter fare le necessarie valutazioni e accrescere in questo modo il bagaglio conoscitivo delle aziende frutticole che operano sul territorio della provincia di Cuneo”. Durante il viaggio, infatti, sono state visitate diverse realtà frutticole attive nella zona a sud di Ferrara, oltre ad un campo sperimentale di ciliegie e il Civ (Consorzio italiano vivaisti), e grazie a questi incontri diretti con produttori e tecnici romagnoli è stato possibile conoscere meglio e approfondire le caratteristiche di nuove qualità di mele e altri tipi di frutti, in particolare le ciliegie.
“Alla luce delle problematiche che interessano purtroppo in maniera significativa la nostra produzione di kiwi, alle prese con i danni provocati dalla Batteriosi – continua Maurizio Ribotta, tecnico frutticolo di Confagricoltura -, sentiamo sempre più forte l’esigenza da parte dei produttori di conoscere meglio colture, che nella nostra zona non sono ancora presenti in maniera diffusa.

I partecipanti al viaggio sono rimasti ben impressionati, per esempio, dall’organizzazione e dalla struttura aziendale che caratterizza la cerasicoltura, ossia la coltivazione delle ciliegie”.
“La nostra non è stata un’iniziativa sporadica – conclude Abellonio -, ma si va ad inserire nel percorso formativo che l’associazione agricola ha pensato per le sue aziende associate e sta portando avanti da ormai diverso tempo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche