Ecco gli Snapchat Spectacles: occhiali smart con videocamera COMMENTA  

Ecco gli Snapchat Spectacles: occhiali smart con videocamera COMMENTA  

Spectacles: sono anche da vista?
Spectacles: sono anche da vista?

Filmi direttamente ciò che vedi, e con un solo piccolo clic lo condividi  suSnapchat. Si, ora si  può fare con i nuovissimi Spectacles, gli occhiali appena lanciati  fantasmino più social del web.


Evan Spiegel, CEO di Snapchat, racconta la sua prima esperienza con gli Spectales: “Ho potuto fermare la mia memoria con i miei occhi, è stato incredibile. Una cosa è vedere la registrazione di un’esperienza di cui sei stato protagonista, un’altra è rivivere quella stessa esperienza attraverso i tuoi occhi. E’ stato tanto reale da farmi rivivere di nuovo quel momento”. A seguire, durante l’ intervista con il The Wall Street Journal chiarisce il perché della decisione di venderli in tiratura limitata: “Per adesso sono solo un giocattolo. Ci stiamo approcciando in maniera lenta al mercato prima di distribuirli in larga scala. Vogliamo capire come gli Spectacles si inseriscono nella vita delle persone e vedere se piacciono o meno”.


Poter filmare i propri ricordi per poterli rivedere dalla nostra prospettiva, per rivivere un momento esattamente nel modo in cui i nostri occhi l’hanno percepito la prima volta non sarebbe strepitoso? E presto non sarà solo un sogno, ma realtà grazie e Snapchat, il servizio di messaggistica tanto amato dai teenager.


Immaginate di non dovere più prendere il telefonino in mano nel momento in cui volete girare un video e di poterlo subito condividere online. Tutto con le mani  libere e di potervi muovere esattamente nel modo in cui volete senza più dover tenere lo smartphone, definito da Siegel “come un muro davanti alla vostra faccia”.

Potrebbe essere proprio questo il punto forte degli occhiali rivoluzionari, pensati appositamente  per il mezzo miliardo di iscritti al servizio. Utenti con un’ età media compresa tra i 18 e i 24 anni, anche se  con una tendenza a crescere dal punto di vista anagrafico, dato l’aumento degli over 35 registrato negli ultimi mesi.

L'articolo prosegue subito dopo

Ma come sono fatti e come funzionano?
C’è da specificare che questi Spectacles sono anche particolarmente belli. Mashable  ha scritto che : “sono tanto fichi quanto sembrano”. Il concetto rende perfettamente idea. . Dal design  tutto contemporaneo con lenti rotonde alla moda, sono disponibili in corallo, nero e tiffany ed il funzionamento è veramente semplicissimo. Gli occhiali si azionano con un click e  immediatamente potrete girare video di 10 secondi al massimo. Le lenti sono in grado  di cogliere un angolo di 115 gradi, esattamente la stessa ampiezza circolare dell’occhio umano.

Quindi saranno poi  collegati via wi-fi o bluetooth al vostro cellulare,  occhiali che,  sincronizzati all’app invieranno i video acquisti allo smartphone che li salverà direttamente nella sezione Memories di Snapchat. Una volta disponibili in Memories, i video potranno essere modificati, condivisi sulla propria storia o inviati a singoli amici.

 Il tutto senza nemmeno doversi mai preoccupare della batteria, dato che dura addirittura un giorno intero (e si ricarica semplicemente mettendo gli occhiali nella loro custodia).

E per attivarli?  Basta toccare il pulsante situato sulla parte superiore del telaio per comandare lo start alla registrazione. Le luci bianche intorno alla fotocamera si illumineranno per la tutta la durata della ripresa. Per terminare il video prima della scadenza di 10 secondi, basterà semplicemente tenere  premuto a lungo (circa due secondi!!!) lo stesso pulsante.

Gli Spectacles permettono  solo la registrazione di 3 video di 10 secondi consecutivi. La durata della batteria dovrebbe consentire riprese fino a 16 minuti (che sono tantissimi se viene considerato che ogni ripresa non può durare più di 10 secondi). Ogni paio di occhiali è provvisto di una custodia che permette di ricaricare gli occhiali per ben quattro volte. Inoltre nella confezione troverete anche un cavo USB che vi permetterà di caricare i vostri Spectacles direttamente dalla presa elettrica o dal vostro pc.

I formidabili  Spectacles sono compatibili con dispositivi Android (a partire da Android 4.3) e Apple(dall’iPhone 5 in su).

Per il momento questi occhiali da sballo li possono avere solo coloro che hanno trovato i Bot: dei misteriosi “bancomat” gialli che somigliano a dei ciclopi di latta (i “Bot” per l’appunto). I Bot hanno dei palloncini gialli, un occhio frontale, un sorriso solare e al posto del naso tre spie luminose.  I “bot” automatici distribuiscono i primi pezzi di Spectacles, e la strategia  la strategia prevede che I Bot non sostino più di 24 ore nel medesimo  posto. Naturalmente tutti gli spostamenti sono annunciati sul sito degli occhiali. Il primo bot della serie sembra sia apparso a Venice Beach sulle assolate spiagge di Los Angeles, riscuotendo enorme successo.

Terminata questa  questa prima fase di lancio che durerà di poche settimane, finalmente, gli Spectacles  saranno disponibili nei negozi convenzionali, al prezzo di circa 120 euro.

Questi occhiali escono con un tempismo quasi divino:  gli Spectacles sembrano proprio essere il vero  asso nella manica del fantasmino a pochi giorni dall’ultimo attacco di Mark Zuckerberg. Dopo Instagram Stories infatti Mark ha infatti appena lanciato nuove funzionalità per condividere video praticamente identici sia su Facebook che su WhatsApp e su Instagram.

Gli Spectacles che sono già moltissimo ambiti: alcuni di quelli che hanno potuto comprarli in un Bot li hanno poi subito messi in vendita su eBay. Pensate che c’è chi ha anche speso fino a tremila dollari per averne un paio.

Spectacles sono anche arrivati gratis nelle redazioni di tutti i  principali siti americani di tecnologia. Brian Bishop ha scritto su The Verge che gli Spectacles sono “incredibilmente divertenti” e che “dopo averci passato un po’ di tempo, penso che non smetterò mai di usarli”.

A svelare l’arrivo degli Spectacles è stato proprio un video apparso su Youtube e subito eliminato da Snapchat. Video che però è poi finito nelle mani di Business Insider, ed è quindi rimbalzato in rete per  tornare quindi anche sul Tubo.

Riuscire Snapchat ad avere successo laddove ha fallito Google? Sicuramente gli occhiali di Snapchat sono differenti e molto meno ambiziosi dei Google Glass (“Gli occhiali sono una possibilità per divertirsi e filmare le esperienze che viviamo quotidianamente”, ha spiegato il Ceo e co-fondatore Evan Spiegel), gli Spectacles rappresentano la forza e la vitalità di Spiegel e di Bobby Murphy, due ventenni d’assalto che sono capaci di sviluppare e di modellare un’applicazione di messaggistica in grado di superare Facebook per quantità di video visualizzati nel corso di una giornata.

Leggi anche

Tecnologia

Firma digitale: quante se ne possono avere

Nel nostro sistema giurisprudenziale, la firma digitale viene definita per la prima volta nel DPR 10 novembre 1997 n. 513 che disciplina la” formazione , l’archiviazione e la trasmissione di documenti con strumenti informatici e telematici”. Leggi tutto

About Chiara Cichero 1241 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*