In arrivo il registro dei cattivi pagatori di bollette

Attualità

In arrivo il registro dei cattivi pagatori di bollette

C’è crisi. La disoccupazione e la pressione fiscale aumentano. I redditi diminuiscono. Prodotti e servizi costano sempre di più.
Per molti italiani far fronte ai vari pagamenti è diventata una vera e propria sfida quotidiana.
Di conseguenza sempre più spesso le aziende fornitrici di luce e gas si trovano a dover sollecitare il pagamento di fatture non saldate da parte di “cattivi pagatori”.

Così l’Autorità per l’energia ha deciso di proporre l’istituzione di un registro in cui schedare i “morosi” per tutelarsi dalla stipula di contratti con persone poco garanti.
Pare che basti una sola bolletta non pagata entro i termini per far finire le persone nel “Registro dei morosi del servizio elettrico e gas” (in sigla BICSE) rendendo così impossibile all’utente considerato poco affidabile attivare nuovi contratti anche con altri fornitori.
L’idea contenuta in un documento già approvato nelle commissioni di Camera e Senato, sarà esposta fino al 9 ottobre in consultazione pubblica online.

Immediate le reazioni delle varie associazioni di consumatori che vedono nel provvedimento un grave pericolo per molti cittadini in buona fede: spesso, infatti, la morosità non è un’esclusiva colpa dell’utente, ma la conseguenza di pratiche scorrette o, peggio, di servizi erogati anche se non richiesti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche