In arrivo le detrazioni fiscali per l’acquisto di libri COMMENTA  

In arrivo le detrazioni fiscali per l’acquisto di libri COMMENTA  

Nel Programma Operativo Nazionale per il ciclo 2014-2020 sarà possibile portare in detrazione la spesa per l’acquisto di libri scolastici e non, per un importo massimo complessivo di Euro 2.000,00.

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana numero 300 del 23 gennaio 2013, il Decreto-Legge n. 145 del 23 dicembre 2013, recante “interventi urgenti di avvio del piano Destinazione Italia, per il contenimento delle tariffe elettriche e del gas, per la riduzione dei premi RC-auto, per l’internazionalizzazione, lo sviluppo e la digitalizzazione delle imprese, nonchè misure per la realizzazione di opere pubbliche ed EXPO 2015”

Con l’art.9, misure urgenti per favorire la diffusione della lettura, è disposta l’istituzione di un credito di imposta sui redditi delle persone fisiche e giuridiche, per l’acquisto di libri muniti di codice ISBN.


Per tali detrazioni la Comunità Europea ha stabilito di stanziare un apposito Fondo strutturale Europeo per un massimo di Euro 50 mln, da inserirsi nel corrispettivo Programma Operativo Nazionale 2014-2020, da utilizzarsi fino al 31 dicembre 2016.


L’acquisto dei libri dovrà essere documentato fiscalmente dal venditore, e presentato nella dichiarazione dei redditi secondo le modalità previste mediante apposito decreto del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro dell’economia e delle finanze, che sarà redatto entro 30 giorni dall’entrata in vigore del PON relativo.


Il credito sarà pari al 19% della spesa effettuata nel corso dell’anno solare per un importo massimo, per ciascun soggetto, di Euro 2000 , di cui Euro 1000 per i libri di testo scolastici ed universitari, ed Euro 1000 per tutte le altre pubblicazioni, ad eccezione dei libri in formato digitale.

L'articolo prosegue subito dopo


Quindi, supponendo la spesa massima, cioè Euro 1000 per libri scolastici ed Euro 1000 per altre pubblicazioni, sarà possibile detrarre un massimo di Euro 380 (19%). fondi europei

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*