In arrivo una colletta per l’Inter da… 1 miliardo di euro

Attualità

In arrivo una colletta per l’Inter da… 1 miliardo di euro

06_17_are_f1_314

L’idea non è di quelle geniali e nemmeno innovative: risollevare le sorti di un club in crisi organizzando una colletta fra i tifosi. L’idea, difficilmente mai andata oltre il faceto, era già emersa nel 2007, quando alcuni tifosi rossoneri lanciarono l’idea di una colletta per comprare al Milan un nuovo portiere: in Via Turati la presero sul serio, dato che ancora oggi aspettano quei soldi. Una cosa simile accadde pochi mesi dopo in Francia: una colletta dei tifosi del Marsiglia per acquistare Drogba dal Chelsea, arrivata addirittura oltre i 6000 euro. Poi nel 2011 i transalpini ci riprovarono, stavolta con l’Auxerre: una quota forfettaria da versare all’ingresso dello stadio, per acquistare Cissé. Ma la vera colletta la stanno tentando i tifosi dell’Ascoli, per salvare il loro club del cuore, fallito nel dicembre 2013: una colletta che ha già superato quota 20.000 euro.

In attesa di scoprire se i tifosi ascolani riusciranno mai a risollevare le sorti del loro club, a provarci sono quelli interisti: l’iniziativa è partita da Verona per mano del prof.

Enzo Bonora, e mira a coinvolgere i tifosi interisti di tutto il mondo. Una quota di 50 o 100 euro cadauno, versata per passione, per risollevare le sorti di un club che ristagna in grosse difficoltà. L’iniziativa pare seria e orientata a supportare un progetto che vorrebbe l’Inter tornare fra le big del calcio europeo, ma la vera domanda è: i tifosi non hanno pagato già abbastanza?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche