In Cina va ‘in onda’ l’apocalisse dell’aria: chiusi aeroporti e autostrade per smog COMMENTA  

In Cina va ‘in onda’ l’apocalisse dell’aria: chiusi aeroporti e autostrade per smog COMMENTA  

(150316) -- RIZHAO, March 16, 2015 (Xinhua) -- A citizen rides a motorcycle in heavy fog in Rizhao City, east China's Shandong Province, March 16, 2015. The city's meteorological bureau issued a yellow alert for heavy fog on Monday.(Xinhua) (wyo)

E’ stata ribattezzata l’apocalisse dell’aria, quella che è in atto a Shenyang, una metropoli sita nel nord-est della Cina. Secondo gli ecologisti il livello di inquinamento dell’atmosfera nella città ha raggiunto limiti mai registrati prima in nessuna parte del mondo.


I rilevatori di inquinamento, nei test effettuati domenica, hanno rivelato un dato che avrebbe sforato 56 volte i limiti accettati, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, con 1400 microgrammi di particelle per metro cubo. Anche altre città ad alto tasso di inquinamento come Pechino, e altre città site nella provincia del Liaonin, risultano ammantate da una vasta coltre di smog, di color grigio-giallastro, che potrebbe mettere seriamentea a rischio la salute dei residenti.


E subito si sono levate le proteste degli stessi cittadini cinesi, che attraverso i social network hanno messo in evidenza l’incapacità delle istituzioni di fronteggiare in modo concreto l’emergenza inquinamento, che da tempo attanaglia la Cina. Con l’arrivo del freddo e l’accensione dei riscaldamenti, che in gran parte vengono effettuati con l’uso del carbone, la situazione sembra essere peggiorata in modo notevole, con un incremento del tasso di smog giunto ormai oltre i limiti dell’umana sopportazione.


Chiusi autostrade e aeroporti per fronteggiare l’emergenza

Anche i media e la stampa cinese hanno accusato il governo di essere stato incapace di informare in modo tempestivo i cittadini cinesi, mentre le autorità si sono difese promettendo interventi rapidi e risolutivi nei prossimi mesi, e dichiarando di essere dediti ad una fase di studio per valutare le contromisure da adottare per ridurre il tasso di inquinamento.

L'articolo prosegue subito dopo


Come contromisura, al momento, il governo cinese ha deciso di chiudere le autostrade e di cancellare diversi voli, promettendo che l’emergenza inquinamento si protrarrà fino a sabato. Il limite di visibilità, a causa dell’elevata presenza di gas inquinanti, si è ridotto a 500 metri, e adesso l’autorità sperano che la situazione possa migliorare nei prossimi giorni.

 

 

 

 

Leggi anche

2 Trackback & Pingback

  1. In Cina va ‘in onda’ l’apocalisse dell’aria: chiusi aeroporti e autostrade per smog | Braincell
  2. In Cina va ‘in onda’ l’apocalisse dell’aria: chiusi aeroporti e autostrade per smog | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*