In Italia la ricchezza è sempre più accentrata COMMENTA  

In Italia la ricchezza è sempre più accentrata COMMENTA  

Mario Monti
Mario Monti

L’Italia ormai costituisce un caso a parte nel mondo occidentale: siamo infatti il paese evoluto che ha la più alta concentrazione della ricchezza e la peggior distribuzione della stessa.

A confermarlo, ecco uno studio pubblicato negli Occasional papers di Bankitalia, dal quale risulta che nel nostro paese i 10 individui più ricchi posseggono una quantità di ricchezza più o meno equivalente ai 3 milioni di italiani più poveri.

E stando ai risultati, emerge in maniera nitida che a determinare la ricchezza è sempre più il patrimonio, piuttosto che il reddito, e che i giovani sono più poveri degli adulti.

Il dramma è che l’Italia è ancora un paese abbastanza ricco, ma la ricchezza deriva da quanto accumulato in passato e viene intaccata sempre meno dal reddito.

L'articolo prosegue subito dopo

 Altro dato molto preoccupante, è che megli ultimi anni, si è invertita la distribuzione della ricchezza tra le classi di età: oggi al contrario che in passato sono gli anziani ad essere più ricchi dei giovani i quali non riescono proprio ad accumulare. Sembra proprio che i problemi del nostro paese siano altri che non la sciocca diatriba su un falso problema come l’articolo 18. Se ne accorgeranno le classi dirigenti del nostro paese, a partire dal premier Mario Monti, o dovremo rassegnarci ad andare senza guida ad infrangerci contro gli scogli?

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*