In Tunisia c’è chi rivuole le odalische

Esteri

In Tunisia c’è chi rivuole le odalische

Altro risultato della “primavera araba”: In Tunisia c’è chi ha proposto il ritorno delle mitiche odalische ( il termine arabo è “jarya”, “schiava vergine dell’harem”), da affiancare alla moglie legittima dell’uomo musulmano. L’eufemisticamente folkloristica idea è stata di Bahri Jlassi, presidente del “Partito per l’apertura e la fedeltà”. In pratica egli ha proposto il ritorno del concubinato. Preoccupante, per una Tunisia in cui finorala poligamia è stata vietata. Secondo Jlassi la reintroduzione delle odalische sarebbe il modo più rapido ed efficace per combattere l’adulterio (illegale), l’divorzio, l’nubilato ed altri tipi di unione che non hanno alcun valore civile.

Udite, udite, per il parlamentare ciò servirebbe a “ristabilire l’equilibrio sociale e morale della societa’ tunisina”, dopo che il laico Codice dello statuto personale tunisino ha “criminalizzato” (sic !) la poligamia per 50 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche